CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Regione, Squarta: “Anno terribile, ora subito vaccinazione”

Perugia Terni Politica

Regione, Squarta: “Anno terribile, ora subito vaccinazione”

Redazione politica
Condividi
Da sinistra Fioroni, Squarta, Meloni
Da sinistra Fioroni, Squarta, Meloni

PERUGIA –  Un anno “drammatico e difficile”, anche per la gestione del Consiglio regionale, ma questo “non ha impedito di lavorare comunque tanto”, con l’auspicio che il 2021 sia segnato invece da una ripresa, anche economica, della regione: questi i temi della video-conferenza stampa di fine anno della presidenza del Consiglio regionale che si è svolta mercoledì mattina. Il presidente Marco Squarta, insieme alle vicepresidenti Paola Fioroni e Simona Meloni, ha tracciato un consuntivo del Consiglio nel corso del 2020. “Credo che la Giunta regionale abbia operato bene con un grande sforzo ed anche il Consiglio regionale è stato molto attivo approvando atti e mozioni riguardanti l” emergenza” ha affermato Squarta. “Dico anche però – ha aggiunto – che si può fare meglio e migliorare, con la grande sfida che è ora quella che riguarda il piano di vaccinazione”.

Vaccinazione e appello  Sul versante della vaccinazione sia Squarta che Fioroni e Meloni hanno lancio un appello agli umbri per superare qualsiasi diffidenza. «Credo nella scienza – ha detto Squarta -, purtroppo viviamo in un paese dove c’è spazio per complottismi, ma io penso che se esistono leggi e regole che certificano la validità dei vaccini dobbiamo crederci, altrimenti dobbiamo mettere in dubbio tutto. Anche perché intanto rischiamo di restare indietro mentre gli altri Paesi corrono. Pur essendo per la libertà di scelta, spero che sempre più italiani e umbri adescano alla vaccinazione per uscire da questa pandemia”. Posizione condivisa dalla vice presente della Lega Paola Fioroni: “Vaccinarsi è l’unica strada per uscire da una situazione difficile per tutti, non bisogna avere timore o indugi e invito tutti a credere nella scienza”. Senza dubbi nei confronti della vaccinazione anche Meloni: “Io mi vaccinerò quando sarà il mio turno. Credo nella scienza e nella medicina. So bene che ci sono scetticismi ma non può esserci ripresa economica senza ripresa sanitaria e senza una campagna vaccinale che sia unitaria, monitorata e mi auguro che le regioni riescano in maniera repentina con un piano veloce e mirato”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere