CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Nel centrosinistra c’è la grana della vice presidenza del consiglio regionale: maggioranza sul duo Squarta-Fioroni

EVIDENZA Perugia Terni Politica Extra

Nel centrosinistra c’è la grana della vice presidenza del consiglio regionale: maggioranza sul duo Squarta-Fioroni

Pinocchio
Condividi

L'aula del consiglio regionale

PERUGIA – A poco più di un mese dalle elezioni regionali, nel centrosinistra e nel Pd sembra che tutto ricominci da capo come se nulla fosse accaduto. E così sulla scelta del vice presidente del consiglio regionale, che spetta di indicare all’opposizione, sembra andare in scena il solito balletto di veti e contro veti. Il primo a uscire allo scoperto è stato l’ex candidato alla presidenza Vincenzo Bianconi che lunedì mattina alla riunione dei consiglieri di minoranza ha rifiutato di ricoprire l’incarico di portavoce della coalizione. Per poi aggiungere:

Balletto “Per coerenza con gli elettori intendo quindi rimanere nel solco civico che mi è proprio, ma nel rispetto dei partiti e della coalizione che mi ha sostenuto, per spirito di servizio ho dato, se lo riterranno utile, la mia disponibilità a svolgere funzioni istituzionali”. Come a dire: in quel posto devo andarci io. E nel Pd? Il giovane capogruppo Tommaso Bori sembra dover far fronte a una situazione in cui i colleghi Fabio Paparelli e Dontella Porzi hanno già fatto capire di voler stare nella partita. Si tengono invece defilati Simona Meloni e il collega Michele Bettarelli. Una cosa è certa il balletto è ripreso mentre nel Pd ormai si fa fatica a capire chi decide e chi indirizza la linea politica. La confusione regna sovrana con l’ex commissario regionale e deputato Walter Verini che sul congresso regionale continua a fare spallucce. Avanti a fanali spenti.

Maggioranza Sul versante della maggioranza per la presidenza dell’Assemblea il nome di Marco Squarta è blindato mentre per la vicepresidenza dovrebbe esserci Paola Fioroni della Lega. Il 2 e 3 dicembre si insedierà il nuovo consiglio.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere