CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Regione, il centrosinistra punta su Meloni per la vice presidenza del Consiglio: duello sul portavoce. Le scelte dei partiti

EVIDENZA Perugia Terni Politica Extra

Regione, il centrosinistra punta su Meloni per la vice presidenza del Consiglio: duello sul portavoce. Le scelte dei partiti

Redazione politica
Condividi

L'aula del consiglio regionale

PERUGIA – Dopo giorni di bisticci, ripicche e telefonate infuocate ameno nel Pd sembra tornare un barlume di razionalità e così lunedì pomeriggio dopo una riunione fiume del gruppo consiliare Simona Meloni ha avuto dai colleghi il semaforo verde per andare a ricoprire il ruolo di vice presidente del consiglio regionale. Certo, la collega Donatella Porzi, non sembra aver fatto salti di gioia ma in tempi come questi vanno fatti i conti con l’immagine e il consenso e da questo punto di vista la giovane Meloni ha le carte in regola in un partito che ancora vive sull’onda della provvisorietà dopo la sberla elettorale rimediata e un congresso regionale che nessuno ha ancora capito quando ci sarà. La linea di comando è insomma saltata e il giovane capogruppo dem Tommaso Bori comincia a capire sul campo quando è duro il ruolo di mediatore. Ma come detto alla fine Meloni è passata e dovrebbe incassare anche il voto del grillino De Luca.

Scontro Ma, invece, quello che non è passato è la scelta da seguire sul ruolo di portavoce: su questo punto nel corso della riunione allargata al resto della coalizione tra Andrea Fora e Fabio Paparelli sono volate parole dure e accuse perché il primo ha detto che quel ruolo spetta ai civici da lui rappresentati e l’ex assessore regionale ha replicato facendo capire che già la costituzione del gruppo autonomo fatta da Vincenzo Bianconi ha di fatto mandato per aria l’alleanza. L’insofferenza tra civici e dem è arrivata a livelli di guardia e da oggi a lunedì giorno in cui si riunirà il consiglio regionale si tratta di trovare una quadratura tutt’altro che facile. Bori media ma le spinte centrifughe sono già molto forti. Lavori in corso.

Soluzione Alla fine potrebbe finire così: De Luca alla guida della commissione Vigilanza, Paparelli portavoce, Fora alla vicepresidenza della commissione Riforme e Porzi per quella che si occupa di infiltrazioni mafiose. Lavori in corso.

Capigruppo  Nel centrodestra schema fissato: Marco Squarta di Fratelli d’Italia csarà eletto alla presidenza del consiglio regionale nella giornata di martedì. Lunedì infatti, come previsto dalle regole dell’assemblea, servirà la maggioranza qualificata dei quattro quinti. Intanto, giovedì l’Ufficio di presidenza ha completato il procedimento per la costituzione dei gruppi:a guidare la Lega sarà Stefano Pastorelli, per Fdi c’è Eleonora Pace, per il Pd Tommaso Bori, per Fi l’assessore Roberto Morroni, per ‘Tesei presidente’ l’assessore Paola Agabiti, per il M5s De Luca, per il Misto Bianconi e per il ‘Patto civico per l’Umbria’ Fora. La legislatura può iniziare.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere