CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Regione, Bianconi e Fora verso un gruppo autonomo in Consiglio

Politica

Regione, Bianconi e Fora verso un gruppo autonomo in Consiglio

Redazione politica
Condividi

Andrea Fora e Vincenzo Bianconi

PERUGIA – Vincenzo Bianconi e Andrea Fora, rispettivamente, candidato presidente della regione per Pd -M5S e capolista della lista Bianconi per l’Umbria, si apprestano a sganciarsi dal ruolo di ‘terza gamba’ dell’opposizione alla presidente Tesei e prima ancora che il consiglio si insedi (a dicembre), potrebbero formare un nuovo movimento e fare un gruppo autonomo, proponendosi come alternativa ai due partiti. La notizia era nell’aria da tempo, lo conferma anche il Fatto Quotidiano.

Fora, unico eletto della lista di Bianconi, avrebbe fatto comunque gruppo a sè, mentre Bianconi non aveva ancora deciso in quale gruppo accomodarsi per godere del seggio che gli spetta come candidato sconfitto, ma come è noto, non appartiene a nessuno dei due partiti principali. Da qui, probabilmente, l’idea.

No accordi Fora, a caldo, dopo le elezioni sul suo profilo Facebook, aveva scritto: “Il gruppo con cui abbiamo intrapreso questo viaggio è un gruppo fantastico, che mi ha arricchito tantissimo con cui sono convinto che continueremo a camminare per lunghi e preziosi percorsi. Li ringrazio uno ad uno perchè sono persone meravigliose. Con Vincenzo ci impegneremo a dare continuità in Consiglio Regionale a quanto abbiamo avviato in questo tempo, insieme”. Successivamente, in un altro post dopo essersela presa con il Pd reo di aver fatto “accordi a tavolino a Roma sulla pelle dei cittadini umbri”, ha lanciato il suo movimento civico insieme al candidato Bianconi: “Io guardo al futuro dell’Umbria e lavoro al progetto che a breve presenteremo per dare continuità al grande sforzo messo in campo dal nostro movimento civico in questo periodo – ha scritto il presidente di Confcooperative – L’unica cosa che mi interessa è costruire proposte serie che cambino la vita dei nostri cittadini e delle nostre comunità. E lo faremo con tutto l’impegno che potremo”.

Energia pulita. Il gruppo, a quanto pare dovrebbe chiamarsi ‘Patto Civico-Energia pulita’, come lo slogan che ha accompagnato la corsa di Bianconi e prima ancora, quella di Fora. Obiettivo: non disperdere le 16.000 preferenze date alla lista di Bianconi: “E’ incredibile che dopo neanche due giorni dal disastro dei partiti di centro sinistra già qualcuno stia litigando nel Pd per accaparrarsi i rimasugli delle cariche istituzionali della minoranza e per riprendersi il controllo di un partito ormai agli sgoccioli – continua Fora – Niente, non c’è speranza”.

Polo Poi ha lanciato il nuovo “polo”: “Noi faremo un’altra cosa. Mentre loro litigano per le poltroncine diventate sgabellini monchi, continueremo a parlare con le persone, in viaggio per l’Umbria. E costruiremo un progetto vero di cambiamento. Quello che abbiamo provato a fare in questi pochi mesi, questa volta con più tempo, senza ingombri, con i contenuti e i progetti. Che è quello che sappiamo fare”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere