CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Raffiche di vento in Umbria, a Gubbio cade albero secolare, a Terni si sradica copertura di una scuola

EVIDENZA Perugia Cronaca e Attualità Terni Alta Umbria Extra

Raffiche di vento in Umbria, a Gubbio cade albero secolare, a Terni si sradica copertura di una scuola

Redazione
Condividi

TERNI/PERUGIA – Le raffiche di vento che stanno spazzando l’Umbria hanno provocato grossi danni in tutta l’Umbria. Tragedie sfiorate a Gubbio e Terni, gravi danni nel perugino.

TERNI. A Terni è stato sradicato, attorno alle 16, ovvero poco dopo la chiusura, la copertura del tetto della scuola primaria “Matteotti”, in via Visetti, a Terni. Si tratta di un un rivestimento in gomma e adesso cìè paura per l’acqua che potrebbe eventualmente penetrare dentro un’aula. Per il momento nessuna ordinanza è stata emessa e la scuola domani saàr aperta ma intanto la questione sta facendo discutere.

Codici all’attacco. La vicenda della scuola riaccende il problema degli edifici scolastici in città. In una missiva, l’associazione per i diritti del cittadino Codici, scrive al sindaco Latini e agli assessori al bilancio Fabrizio Dominici ed alle infrastrutture Enrico Melasecche, rilanciando su due temi: i 100 milioni che secondo Dominici servirebbero per la ristrutturazione delle scuole e l’allarme meteo: “L’evento – scrive il segretario Massimo Longarini si è verificato nonostante fosse stata lanciata l’allerta meteorologica per la giornata di oggi e nonostante il Comune fosse a conoscenza della situazione di precarietà dei propri edifici scolastici.
Solo il caso benevolo ha evitato danni più gravi. Codici Terni, pertanto, torna ad invocare chiarezza dal Comune di Terni circa lo stato di manutenzione dei propri edifici scolastici e , nel contempo, a questo punto, alla luce di quanto accaduto e del disinteresse già mostrato dall’Ente, non può che presentare un esposto alle Autorità giurisdizionali preposte. Ciò a tutela della collettivit”

E sulle scuole dice: “L’Assessore denunciava il fatto che per la ristrutturazioni degli edifici scolastici del territorio sarebbero necessari almeno cento milioni di euro; somma di cui il Comune non dispone. L’Associazione Codici-Delegazione di Terni- pertanto torna ad interrogare pubblicamente il Comune di Terni affinchè chiarisca se le scuole sono attualmente sicure in mancanza degli interventi strutturali prefigurati dall’Assessore o se sono state prospettate spese di ordinaria manutenzione per quanto di assoluta consistenza. Al riguardo ci si permette di sottolineare che l’Assessore è pubblico ufficiale nell’espletamento delle proprie funzioni e laddove abbia rilevato situazioni di pericolosità per la salute degli studenti (in ipotesi anche in ragione del materiale usato, quale amianto) è tenuto a sottoporle all’attenzione della Magistratura. rutto ciò premesso Vi si invita a voler giustificare le Vostre condotte con un puntuale riferimento normativo a suffragio delle stesse.

Altri interventi. Nel primo pomeriggio un albero si è letteralmente spezzato all’incrocio fra via Di Vittorio, via Pastrengo e via Liutprando, nel quartiere di San Giovanni. Non risultano persone ferite ma ‘solo’ danni al marciapiede ed alla segnaletica stradale. Vigili del fuoco e polizia locale al lavoro. Strada Santa Maria Maddalena è stata chiusa per un tratto a causa di un albero precipitato sulla sede stradale che, oltretutto, ha coinvolto i cavi dell’elettricità e in modo parziale una casa.

RESTO DELLA PROVINCIA Il cimitero aviglianese è stato chiuso per la caduta di due piante sulle tombe, mentre ad Orvieto, chiusa per lungo tempo la funicolare, mentre il vento ha provocato la caduta di diversi alberi sulle carreggiate: le arterie più interessate sono la sp33 (Lugnano-Attigliano), la sp31 (Giove) e le sp 55, 58, 48 e 51 tra Fabro, San Venanzo e l’orvietano.

GUBBIO Sfiorata la tragedia per pura fatalità oggi a Gubbio: probabilmente a causa del fortissimo vento che sta spirando dalla mattinata, un albero centenario che fa parte dell’area dei giardini pubblici nella centralissima piazza 40 martiri è franato a terra. Un’immagine impressionante quella che si presenta ai passanti e ai primi intervenuti: per fortuna nessun passante è rimasto coinvolto, nonostante l’enorme pianta sia piombata a terra a pochi metri dal monumento dei caduti della Prima Guerra Mondiale dove solitamente stazionano turisti ed eugubini in transito, e vicino ad un’area adibita al parcheggio di vetture, motocicli e anche di pullman. L’area è stata subito transennata da Polizia locale e Vigili del Fuoco

PERUGINO. Anche a Perugia superlavoro del Vigili del fuoco per far fronte ai disagi provocati dal maltempo. La sala operativa del 115 informa che attualmente sono in corso numerosi interventi da parte dei caschi rossi. Numerosi i rami e i pali della luce pericolanti. Molte le piante che sono cadute a causa del forte vento, provocando non pochi danni alla circolazione stradale. A Pietralunga le forti folate hanno provocato danni alla chiesa principale della cittadina dell’Umbria settentrionale al confine con le Marche.La situazione attuale degli interventi è la seguente In tutta la provincia, escluso Castiglione del lago (almeno per adesso) ci sono interventi in attesa per alberi o rami pericolanti. Piante cadute e pali pericolanti! Le squadre sono tutte fuori. In coda abbiamo circa 70 interventi. In sala operativa siamo in 3 operatori e le chiamate abbondano.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere