CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Raccolta differenziata a Terni, l’assessore all’Ambiente spara: Asm non ha operato bene

Politica

Raccolta differenziata a Terni, l’assessore all’Ambiente spara: Asm non ha operato bene

Andrea Giuli
Condividi

TERNI – Il vaso, anzi, il cassonetto, evidentemente era colmo. Effluvi compresi. Non si spiega altrimenti la doppia, pesante sortita sul tema della (mala) raccolta differenziata in città, da parte dell’assessore comunale all’Ambiente, Giacchetti e del compunto capigruppo Pd a palazzo Spada, Cavicchioli. Con tanto di inedite bacchettate all’Asm.

“La differenziata è una grande sfida per Terni, è un processo inevitabile. Asm – scrive Giacchettinon si è mossa nel migliore dei modi, in particolare la distribuzione dei nuovi contenitori non è stata efficiente nè capillare, la comunicazione con l’utenza non è stata mirata, si è badato poco al coinvolgimento dei cittadini, dei condomini, degli utenti, c’è stata scarsa sensibilizzazione del mondo della scuola e dell’associazionismo. Ma sono convinto che con un adeguato e immediato cambio di passo di Asm la situazione sia pienamente recuperabile. Per questo trovo fuori luogo le accuse di qualche consigliere pentastellato, parole in libertà nel tentativo di distogliere l’attenzione del vero, grande progetto dei grillini: sversare su Terni i rifiuti di Roma. Un bestemmia ambientale e politica che non passerà. L’implementazione della differenziata – prosegue l’assessore all’Ambiente – sta registrando problemi. Ritengo che sia un fatto di gestione, perché è la prima volta che Asm si confronta con una realtà di 120 mila abitanti. E’ necessario un rapporto diretto tra Asm e cittadini, così come, le procedure per il conferimento dei rifiuti devono essere sempre e comunque semplificate al massimo. Certo, c’è anche il tema dei controlli. Come organo politico, il sindaco e la giunta, hanno messo la direzione della Polizia Municipale nelle migliori condizioni possibile per operare su questo fronte, potenziando il corpo dei vigili urbani con alcune risorse umane provenienti dalla Polizia Locale della ex Provincia. Ora spetta alla direzione organizzare al meglio il servizio di vigilanza. Situazione da affrontare, ma nessun catastrofismo”.

Cavicchioli, da parte sua, comunica di avere “inviato al sindaco e all’assessore all’ambiente una formale richiesta di attivare con immediatezza una verifica dell’andamento della raccolta differenziata e della gestione dei rifiuti a Terni, nonchè della situazione della città per quanto riguarda il decoro urbano, coinvolgendo tutti i soggetti preposti, tenendo conto delle oggettive criticità che si riscontrano. Appare necessario un coordinamento organico e strutturale fra l’amministrazione comunale con i comparti dell’ambiente e della Polizia Municipale, l’Asm e i soggetti che operano per la gestione del servizio, i rappresentanti degli altri organismi deputati ai controlli, al fine di predisporre interventi immediati per le emergenze, il miglioramento del servizio, la sensibilizzazione dei cittadini, il controllo e la repressione dei comportamenti anomali”.

 

Tags:
Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere