CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Provincia di Terni, strade gelate: tardano i soldi della Regione, allarme del presidente

Cronaca e Attualità Terni Politica

Provincia di Terni, strade gelate: tardano i soldi della Regione, allarme del presidente

Andrea Giuli
Condividi

Palazzo Bazzani, sede della Provincia di Terni

TERNI – Si è svolto nei giorni scorsi, convocato dall’assessore regionale alle infrastrutture e mobilità, un incontro con la Regione dell’Umbria per la predisposizione dei piani di emergenza in caso di maltempo e ghiaccio sulle strade, visto l’ormai imminente arrivo dell’inverno.

Incontro Alla luce dell’incontro, come stabilito, la Provincia di Terni ha inviato alla Regione una lettera, firmata dal presidente Giampiero Lattanzi e dal direttore dell’area tecnica, Donatella Venti, per la concessione delle risorse necessarie alla gestione delle strade regionali, in vista della stagione fredda.

Silenzio “Ad oltre due settimane dall’invio – fanno notare il presidente Lattanzi e la dirigente Venti – , la lettera però non ha avuto ancora risposte, mentre è ormai assolutamente improrogabile la concessione dei fondi richiesti per la manutenzione dei mezzi di soccorso e pronto intervento e per l’acquisto del sale in caso di gelate. I nostri mezzi non possono operare in condizioni di sicurezza senza adeguati interventi manutentivi e non è possibile far fronte alla presenza di ghiaccio sulle strade senza adeguate scorte di sale. Siamo di fronte all’approssimarsi di una vera emergenza che mette a rischio la sicurezza di chi frequenta la nostra rete viaria”.

Richieste e “minacce” Alla Regione è stato chiesto poco più di 106mila euro per riparazioni, revisioni, cambio gomme, eventuale acquisto di catene da neve, lame ed altre varie attrezzature per autocarri, trattori, motopale e spandisale. Altri 40mila euro sono state le necessità avanzate per l’approvvigionamento del sale. “Se non saremo in grado a breve di ottenere le disponibilità finanziarie richieste – concludono il presidente e la dirigente – ci vedremo costretti a chiudere le strade più a rischio”.

Tags:
Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere