CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Progetto Terni: “Soldi area di crisi anche per i collegamenti con il Lazio”

Terni Politica Narni Orvieto Amelia Extra

Progetto Terni: “Soldi area di crisi anche per i collegamenti con il Lazio”

Emanuele Lombardini
Condividi

TERNI – I soldi a disposizione per l’area di crisi complessa Terni-Narni anche per tutte le infrastrutture che collegano la città a Roma e Civitavecchia. Progetto Terni, la lista civica di Giovanni Ceccotti torna a parlare della situazione relativa all’attrattività del territorio: “Gli ultimi recenti eventi – dice – stanno allontanando ancora di più Terni dalle  principali infrastrutture viarie, ferroviarie, stradali e portuali. Terni sta sprofondando in un sempre più preoccupante isolamento, lontano dalle moderne principali infrastrutture, rendendo i territori meno appetibili e più degradati”.

L’indice è puntato sulla presidente della Regione Marini e sulla giunta, rei a detta dell’esponente di Progetto Terni di aver messo in atto azioni volte a questo scopo (in particolare cita l’aumento delle tariffe ferroviarie, l’assenso ad una fermata della Tav in Toscana lontana anche da Perugia e il no al progetto per il collegamento con Civitavecchia): “Per non parlare – prosegue-  delle ultime opere realizzate: la fantomatica superstrada Terni- Rieti, che dopo quaranta anni di gestazione è riuscita a partorire un topolino diventando sostanzialmente una nuova Terni-Piediluco; la piastra logistica Terni-Narni, che al costo di circa 27 milioni di euro è divenuta l’ennesima cattedrale nel deserto; lo svincolo di San Carlo che, a seguito della famosa vertenza Thyssenkrupp doveva essere realizzato tempestivamente, ancora è in alto mare”.

Ripensamenti. Per Ceccotti  “si debbono ripensare tutte le politiche di sviluppo, puntando su quei progetti che potrebbero legare maggiormente il collegamento con Roma, quali ad esempio una maggiore frequenza dei trasporti ferroviari diretti giornalieri, il potenziamento dei collegamenti stradali con Roma, l’eliporto. In particolare esiste, dimenticato in qualche cassetto dell’Anas, un progetto di collegamento diretto Terni- Roma Nord, mediante la realizzazione di una superstrada veloce a quattro corsie che si attesti sull’area di servizio Soratte a Ponzano Romano, nelle immediate vicinanze del casello Roma Nord. Tale nuova strada permetterebbe  di ridurre il collegamento tra Terni e Roma di oltre il 30% con notevoli benefici come la riduzione del percorso di collegamento e del tempo, lo sviluppo del territorio umbro-sabino, nuove imprese e più scambi commerciali, turistici, culturali fra l’Umbria ed in particolare il comprensorio ternano-narnese-spoletino e l’area metropolitana di Roma, oltre ad un alleggerimento del traffico nel tratto Orte-Roma Nord della A1”.

 

Tags:
Emanuele Lombardini
Emanuele Lombardini

Giornalista, cittadino d'Europa

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere