CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Presidio alla Sangemini per il futuro del sito. Le rsu portano acqua ai lavoratori Treofan

Economia ed Imprese Terni

Presidio alla Sangemini per il futuro del sito. Le rsu portano acqua ai lavoratori Treofan

Redazione economia
Condividi

SAN GEMINI- Presidio giorno e notte, assemblea permanente per i lavoratori del sito Acque Minerali d’Italia a Sangemini, nell’ambito dello sciopero proclamato dalle rsu e dalle organizzazioni sindacali di Flai, Fai e Uila.

I dipendenti si danno il cambio davanti ad i cancelli della fabbrica per contestare all’azienda la gestione della cassa integrazione, chiedendo anche chiarezza rispetto al piano concordatario, per il quale non è ancora arrivata nessuna convocazione al tavolo del Mise. Pessina ha ancora un mese di tempo  La preoccupazione è relativa anche al fatto che il management ha parlato di possibili tagli per i soli siti produttivi del Centro e del Sud Italia

Sul piatto, gli investitori che il gruppo Pessina starebbe a suo dire cercando per provare quantomeno a salvare il salvabile ma che finora non sarebbe riuscito a trovare anche per via della esposizione debitoria. Presenti in queste ore ai cancelli l sindaco di San Gemini, Luciano Clementella, e quelli di Acquasparta e Narni, Giovanni Montani e Francesco De Rebotti.

I lavoratori chiedono una risposta entro mercoledì ma sono pronti a proseguire la protesta. Intanto però oggi una rappresentanza si è recata alla Treofan per consegnare una scorta d’acqua ai colleghi, come gesto di solidarietà “per far capire che le vertenze sono unite da un filo diretto”.