venerdì 18 Giugno 2021 - 23:15
31.9 C
Rome

Prese il Foligno per 54 giorni, ora gestisce la vendita della Salernitana di Lotito

Alessandro Nuccilli è il rappresentante italiano del gruppo che dovrebbe rilevare i campani neopromossi dalle mani di Lotito

FOLIGNO- I tifosi del Foligno lo ricorderanno poco piacevolmente peri i 54 giorni che lo videro proprietario del club, rilevato dall’ex perugino Damaschi e riconsegnato poco dopo nelle mani dell’allora sindaco Mismetti “per i troppi debiti «ereditati dalla gestione precedente”.

Ora Alessandro Nuccilli è l’uomo che sta gestendo la vendita della Salernitana di Lotito ad un fondo australiano. Non proprio una cessione ma una gestione che consentirebbe all’imprenditore romano di poter programmare anche la stagione dei campani restando proprietario anche della Lazio.

Nuccilli sarebbe il referente del fondo australiano che avrebbe come frontman il commercialista di origini italiane Giuseppe Antonio Abbriano. “Sono il loro uomo di fiducia, non hanno mai fatto calcio ma sponsorizzano delle squadre in Australia. Gestiscono grosse aziende immobiliari oltre che una serie di studi professionali. Hanno enormi possibilità economiche e vogliono investire in Italia. Hanno possibilità enormi ed offrendo 100 milioni di euro hanno voluto dare un segnale forte a Lotito che vi assicuro sta valutando molto seriamente la nostra proposta. Il presidente ha l’opportunità di recuperare quanto investito dopo il grande lavoro fatto a Salerno in questi anni portando la squadra dalla serie D alla massima serie”. L’imprenditore romano è entrato nei dettagli”.

Foligno. Parlando ai giornali campani, Nuccilli ha ricordato l’esperienza folignate: ““Ho lasciato il Foligno in mano al sindaco perché ho scoperto debiti che non conoscevo quando ho acquistato la società. I responsabili del fallimento del Pavia sono i cinesi. Mi hanno accostato a club che non ho mai trattato”

- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

More articles

- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

Agi