CARICAMENTO

Scrivi per cercare

PostMod Perugia, grande attesa per Renzo Rossellini e Gianfranco Pannone

Perugia Cinema Cultura e Spettacolo Città

PostMod Perugia, grande attesa per Renzo Rossellini e Gianfranco Pannone

Redazione cultura
Condividi

foto Fra Cecchini

PERUGIA – Si chiuderà lunedì 12 marzo alle ore 21.30, con la proiezione di Roma città aperta, la speciale rassegna sul cinema di Rossellini in scena al PostModernissimo di Perugia. Per l’occasione ospite d’onore sarà Renzo Rossellini, figlio di Roberto e fondatore di Radio Città Futura. Con lui gli amici di Sentieri Selvaggi che presenteranno l’ultimo numero della rivista, dedicato interamente al cinema del regista romano. Il pubblico perugino potrà dunque dialogare dopo lo spettacolo con Renzo, regista e produttore cinematografico, che è stato aiuto regista del padre dal 1959 al 1970, nonché autore di uno degli episodi del film collettivo L’amore a vent’anni (assieme ad Ophüls, Truffaut, Wajda e Ishihara).

Roma città aperta, una delle pellicole più significative della produzione rosselliniana, è ambientato a Roma nell’inverno 1944. L’ingegner Manfredi, comunista e impegnato nel Comitato di Liberazione Nazionale, chiede aiuto a Pina, una popolana vedova con un figlio e in procinto di risposarsi, per portare a termine un’azione. La donna lo mette in contatto con don Pietro, un sacerdote disposto ad aiutare i partigiani. Manfredi è però comunque in pericolo perché la sua amante, Marina, dipende da una collaboratrice della Gestapo che le fornisce la droga.

Altro atteso incontro con l’autore è per martedì 13 marzo. Tra i più grandi documentaristi italiani, Gianfranco Pannone arriva infatti al PostMod per presentare il suo ultimo lavoro Mondo Za, opera dedicata allo straordinario lavoro di Cesare Zavattini. Poetico ed evocativo, smuove, con ondulante passione citazionista e sussultorio girovagare tra immagini di repertorio e testimonianze visive, il richiamo mistico verso quella presenza silenziosa, ma carica anche di rancore e rimorsi. C’è la capacità di registrare la fenomenologia di questo rapporto imprescindibile tra il “mondo circostante” e l’immaginazione. La Bassa reggiana, quattro personaggi in cerca d’autore e Cesare Zavattini. Da Luzzara per pedinare il reale, alla ricerca di affinità elettive, attraverso il pittore naif, il fotografo comunista Giovanni, un ragazzo di colore che rappa versi e pensieri di uno dei padri del Neorealismo. Il documentario verrà proiettato alle 21.30.

A concludere la serie di eventi settimanali, mercoledì 14 marzo (ore 18.30) sarà l’anteprima nazionale gratuita riservata agli studenti del nuovo film di Fatih Akin, Oltre la notte, presentato all’ultimo Festival di Cannes dove la protagonista Diane Kruger ha vinto al Palma d’Oro per la miglior interpretazione. Il film ha vinto anche il Golden Globe come Miglior Film Straniero. La vita di Katja viene improvvisamente sconvolta dalla morte del marito Nuri e del figlioletto Rocco, rimasti uccisi nell’esplosione di una bomba. Grazie al sostegno di amici e familiari, Katja riesce ad affrontare il funerale e ad andare avanti, ma la ricerca ossessiva degli assassini e di giustizia non la abbandonerà.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere