sabato 4 Febbraio 2023 - 09:49
-1.2 C
Rome
- Pubblicità -spot_img
spot_img

Pohjanpalo e Bertinato fermano la Ternana: Fere sconfitte a Venezia

L'avventura di Andreazzoli sulla panchina della Ternana comincia con un ko: il Venezia vince 2-1, grazie ad una doppietta del finlandese Pohjanpalo e sei miracoli del portiere brasiliano Bertinato.

VENEZIA- L’avventura di Andreazzoli sulla panchina della Ternana comincia con un ko: il Venezia vince 2-1, grazie ad una doppietta del finlandese Pohjanpalo e sei miracoli del portiere brasiliano Bertinato.

Le scelte

Tante assenze nella Ternana alla prima di Andreazzoli. Senza le due punte principali, Donnarumma e Favilli, manca anche Spalluto: Pettinari con Partipilo davanti. Palumbo squalificato. Nel  Venezia, fuori causa il portiere Joronen per un risentimento muscolare: al suo posto il brasiliano Bertinato.

Primo tempo

La Ternana si fa vedere all’inizio con Falletti, chiamando alla parata Bertinato, ma sulla prosecuzione il Venezia segna: Pohjanpalo entra in area, impegna Iannarilli ad una grande respinta anche per via di un errore di Corrado, ma raccoglie di nuovo il tiro e al secondo tentativo fa centro. I lagunari potrebbero addirittura raddoppiare subito: appoggio di Johnsen per Pohjanpalo e gran botta sulla quale si immola Diakitè.

Al 20′ Prima occasione per la Ternana, con Mantovani:  colpo di testa del difensore, che da ottima posizione spedisce fuori. Nel complesso non è un bel match: il Venezia, dopo la fiammata iniziale, si è seduto e la formazione rossoverde appare spuntata. Occasione dal limite su calcio franco al 24′, con Falletti che manda altissimo. Sempre la Ternana poco dopo su punizione: la palla in mezzo di Partipilo non arriva a Falletti che viene anticipato bene da Bertinato.

La Ternana pareggia al 35′: Crnigoj devia col braccio in area un cross rossoverde; Camplone assegna il corner poi va al Var. Il tocco è evidente e l’arbitro converte la decisione nel rigore – il primo stagionale per le Fere – che Falletti segna col “cucchiaio”. A seguire la Ternana potrebbe raddoppiare: Bertinato “serve” Pettinari ma poi gli nega il gol per due volte, con Falletti che poi manda fuori a sua volta. Nel finale di tempo triangolo Falletti-Pettinari-Partipilo con Bertinato che in spaccata ci mette la gamba e rinvia. Ma prima del riposo, il Venezia segna: Johnsen si libera di due avversari e trova il pertugio per Pohjanpalo, col finlandese che non sbaglia.

Secondo tempo

Si riparte sulla falsariga del primo tempo, con Pohjanpalo pericolosissimo, che sfiora il gol al 6′ trovando però Iannarilli pronto alla parata. Al 13′ riecco la Ternana: Falletti mette un pallone d’oro in area, Bertinato lo ricaccia fuori allungando la mano.

La Ternana fatica: si sente l’assenza di un vero centravanti nelle azioni chiave. Ne approfitta il Venezia, che si rende pericoloso anche su calcio franco, come sulla punizione di Tessmann, debole, parata da Iannarilli. Andreazzoli gioca la carta Rovaglia, oltre a Paghera ed Agazzi, per provare a rinforzare l’attacco.

Al 25′ azione sulla sinistra, cross di Paghera e inserimento di Agazzi che si coordina al volo ed impatta il pallone alla perfezione, ma ancora una volta Bertinato si supera e compie il quarto miracolo della partita. Poi alla mezzora Partipilo colpisce di testa in corsa su cross di Corrado, palla alta. Al  32′ ancora Venezia, con Busio centra una traversa dalla distanza. Wisniewski si mangia il match ball da un metro poi al 42′ dtrepitoso tiro a giro di sinistro di Partpilo,  con Bertinato che  si distende e devian il pallone destinato all’angolino.

Finale al cardiopalma: Bertinato blinda ancora la porta su Moro, Haps centra un palo in fuorigioco, Partipilo sfiora la rete su punizione. Poi finisce qui, ma siamo già oltre il recupero.

Il tabellino

VENEZIA (3-5-2): Bertinato; Wisniewski, Ceppitelli, Ceccaroni; Zampano, Tessmann, Crnigoj (36’st Fiordilino) Andersen (13’st Busio), Candela (13’st Haps); Johnsen (36’st Pierini), Pohjanpalo (29’st Novakovich). A disp.: Maenpaaa, Sperandio, Cuisance,  Modolo, Svoboda, Ullmann, Zabala. All.: Vanoli
TERNANA (4-2-1-2): Iannarilli; Diakitè, Sorensen, Mantovani, Corrado; Cassata (22’st Agazzi), Di Tacchio (42’st Moro), Coulibaly (22’st Rovaglia); Falletti (42’st Capanni), Partipilo; Pettinari (22’st Paghera) A disp.: Krapikas, Mazzarani,Proietti,   Ghiringhelli, Bogdan, Celli,  Martella. All.: Andreazzoli
ARBITRO: Camplone di Pescara (assistenti: Margani-Massara IV Uomo Aureliano)
VAR: Giua di Olbia AVAR: Paganessi
MARCATORI: 9’pt, 45’+2′ pt Pohjnapalo (V), 36’pr rig Falletti (T)
NOTE: Giornata soleggiata, terreno di gioco in buone condizioni. Spettatori 2000 circa dei quali 284 da Terni. Ammoniti: l’allenatore Vanoli (V), il team manager Stante (T),  Di Tacchio (T), Coulibaly (T), Mantovani (T). Calci d’angolo: 2-3. Recupero 2’pt 4+2 st. Osservato un minuto di silenzio in commemorazione delle vittime della tragedia di Ischia.

 

- Pubblicità -spot_img

More articles

Ultime Notizie

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

[hungryfeed url="http://www.agi.it/cronaca/rss" feed_fields="title" item_fields="title,date" link_item_title="0" max_items="10" date_format="H:i" template="1"]