CARICAMENTO

Scrivi per cercare

A Perugia artigianato, scienza e creatività per tutta la famiglia alla Fiera del Melo

Politica

A Perugia artigianato, scienza e creatività per tutta la famiglia alla Fiera del Melo

Pierpaolo Burattini
Condividi

PERUGIA – Artigianato, scienza e creatività per tutta la famiglia. La Fiera del Melo, in programma sabato 4 giugno dalle 15 alle 19.30 e domenica 5 dalle 10 alle 19.30, sarà solo il primo di una serie di incontri e attività per rinnovare, con l’appoggio delle istituzioni, l’identità della panoramica Piazza del Melo (sede del Post e dell’Informagiovani), come spazio cittadino dedicato all’incontro, al divertimento e allo scambio di idee diventando punto di riferimento e di aggregazione per le famiglie della città e dei numerosi turisti attratti in zona proprio dal museo e dalle altre attrattive storico-artistiche nelle vicinanze.

Piazza del Melo (accanto a via Pituricchio) per due giorni si trasformerà in una suggestiva e grande officina creativa diffusa ospitando una mostra mercato di 40 giovani artigiani che raggiungeranno Perugia da tutta Italia con le loro realizzazioni handmade rivolte al mondo dell’infanzia; la loro creatività manuale farà da cornice a un ricco programma di laboratori e workshop gratuiti per avvicinare il giovane pubblico all’artigianato digitale, nuova modalità comunicativa dei tempi moderni: come funziona una stampante 3D? possono mele e carote diventare una tastiera musicale? magia e scienza hanno qualcosa in comune? Sono queste alcune delle tante domande a cui potranno rispondere i bambini che in prima persona saranno chiamati a divenire i creativi dell’era digitale di… Piazza del Melo. L’evento, interamente gratuito e patrocinato dal Comune di Perugia, è stato organizzato dal Post in collaborazione con That’s Com, agenzia di eventi e comunicazione. I partecipanti alla manifestazione potranno scegliere tra numerose proposte di laboratori e workshop gratuiti. I piccoli visitatori potranno imparare, tra l’altro, come si costruisce un robot in grado di disegnare al posto loro con la metodologia tinkering “importata” direttamente dall’Exploratorium di San Francisco; si trasformeranno in registi digitali attraverso l’utilizzo dei tablet e dell’App Stop Motion; creeranno stravaganti tastiere musicali con frutta e verdura e profumati stick di burro cacao a prova di chimico; scopriranno i mille usi curativi delle piante medicinali. E ancora potranno scoprire in che modo un’immagine realizzata al computer si trasforma in un oggetto reale con l’utilizzo della stampante 3D e il collegamento tra intelligenza artificiale e illusionismo attraverso un viaggio tra fogli di carta intelligenti, robot teletrasportati e giochi di prestigio. Non mancherà, inoltre, l’angolo gastronomico per la merenda e il pranzo domenicale con prodotti street food altamente selezionati in collaborazione con la Bottega San Giovanni di Corso Bersaglieri che curerà nei minimi.