CARICAMENTO

Scrivi per cercare

L’Umbria batte i denti, chiuse Verghereto e Contessa. Bufera su Norcia. La mappa delle scuole aperte e chiuse

EVIDENZA Perugia Cronaca e Attualità Terni Foligno Spoleto Extra Città

L’Umbria batte i denti, chiuse Verghereto e Contessa. Bufera su Norcia. La mappa delle scuole aperte e chiuse

Redazione
Condividi

Neve a Norcia

PERUGIA – TERNI –  Temperature a picco in Umbria. Le prime nevicate in tutta la regione hanno avuto luogo a partire dal tardo pomeriggio di domenica sui rilievi montuosi al confine con le Marche. Per i prossimi giorni condizioni meteo resteranno particolarmente difficili, con le temperature che potrebbero raggiungere diversi gradi sotto lo zero. Per queste ragioni, a seguito dell’avviso diramato dal Dipartimento della protezione, sono stati molti i Comuni umbri che hanno attivato il Piano di emergenza neve.

 

La situazione a Norcia Sta nevicando copiosamente da qualche ora a Norcia e nelle altre località della Valnerina colpite dal terremoto. Da ieri sera, la giunta comunale di Norcia ha fatto arrivare dei camper che sono stati posizionati nelle frazioni del territorio: serviranno ad ospitare le persone, soprattutto allevatori e imprenditori agricoli, molti dei quali anziani, che sono rimaste a vivere in tenda nei pressi delle loro abitazioni danneggiate dal sisma. Per quanto riguarda la neve, è l’intera fascia appenninica dell’Umbria ad esserne stata interessata tra la notte scorsa e stamani ma – secondo quanto riferisce la polizia stradale – non si registrano difficoltà particolari per la circolazione, a parte il valico del Verghereto e quello della Contessa, dove si transita solo con catene. Poca neve a Perugia città, dove solo i tetti sono imbiancati.

Bufera su Norcia, foto e video




Scuole e strade chiuse Per precauzione le Amministrazioni di Guado Tadino, Nocera Umbra e Gubbio nella giornata di oggi e di domani, hanno deciso di tenere chiuse le scuole di ogni ordine e grado. Martedì, niente lezioni pure a Pietralunga. Gli studenti resteranno a casa pure a Città di Castello. Nel pomeriggio, il sindaco Luciano Bacchetta ha firmato l’ordinanza che dispone la chiusura di tutte le scuole presenti sul territorio comunale. Sul versante della circolazione, c’è da segnalare la chiusura del nuovo tratto della Perugia-Ancona. Disagi segnalati nel tratto di strada tra Fossato di Vico e Fabriano. Dalla Provincia di Perugia si rende noto che “la situazione della viabilità della provincia di Perugia è sotto controllo, anche se nevica su parte del territorio, in modo particolare sulla fascia appenninica dell’Umbria, tra Gubbio, Gualdo Tadino e Nocera Umbra, pertanto in queste zone si transita con catene”. L’area Viabilità dell ‘Ente, con propri uomini e mezzi sta garantendo la percorribilità delle strade spargendo il sale e mettendo in azione vomeri sgombraneve. Trecento sono state finora le tonnellate di sale impiegate, sia per sciogliere la neve, ma soprattutto il ghiaccio che costituisce il maggiore pericolo visto che da giorni le temperature, soprattutto nelle fasce montane, risultano essere sempre al di sotto dello zero. Situazione relativamente tranquilla anche per la Valnerina, in cui non risultano strade chiuse a causa della neve o del ghiaccio. Anas comunica che per consentire gli interventi di riparazione di un giunto di dilatazione danneggiato sulla strada statale 318 “di Valfabbrica”, la carreggiata in direzione Perugia è temporaneamente chiusa tra lo svincolo di Casacastalda e lo svincolo di Valfabbrica. Il traffico è deviato sul vecchio tracciato con indicazioni sul posto. Il completamento degli interventi di ripristino è previsto entro giovedì 19 gennaio.

Escursionista disperso in Valsorda  Dopo ore di apprensione, intorno alle 18 è stato ritrovato un escursionista in Valsorda. Le condizioni dell’uomo, che aveva fatto perdere le proprie tracce intorno alle 14, sono buone. Il ritrovamento è stato possibile grazie al lavoro congiunto degli uomini del Sasu, della locale stazione dei carabinieri e di tre squadre del 115. Dopo il ritrovamento, l’uomo è stato affidato alle cure del 118.

Primi fiocchi Prima timida sfiocchettata su Gubbio. A metà del pomeriggio di domenica, una lievissima nevicata ha imbiancato i tetti delle case della città dei Ceri. Neve a tratti, accompagnata da Tramontana, anche a Gualdo Tadino. Nel resto della regione, precipitazioni a carattere nevoso sono attese entro la serata del 15 gennaio e nelle prime ore del giorno successivo. Anche a Norcia in serata è arrivata la neve.

Disagi a Bocca Trabaria Sempre domenica si sono registrati disagi alla circolazione a causa di gelo e neve sul valico al confine fra Umbria e Marche. Anas e Polstrada sono al lavoro per evitare problemi di traffico.

 

Una nevicata di modesta entità si è verificata a metà mattinata sulle SP 90 e 34 nel territorio comunale di Montecchio. La Provincia, per evitare la formazione di ghiaccio, ha proceduto subito allo spargimento del sale ed ha verificato le condizioni di percorribilità delle due strade. La situazione è tenuta sotto controllo ma dal servizio viabilità rassicurano sulla non pericolosità delle condizioni di transito per chi viaggia. Altre situazioni fuori dalla norma non si sono al momento registrate, l’allerta dei circoli stradali rimarrà comunque attivo per tutta la giornata, soprattutto sulle zone collinari e montane del territorio provinciale.

Strade chiuse La polizia stradale riferisce alle 8 di martedì mattina che la E45 è chiusa al valico del Verghereto per neve con uscita obbligatoria a Sansepolcro per chi viene dall’Umbria. Chiusa anche la Contessa, mentre la Flaminia è percorribile ma con forti rallentamenti tra Osteria del Gatto e Fabriano.

Scuole Restano chiusi i plessi scolastici a Gubbio, Gualdo e Nocera. Riapre, invece, Città di Castello.

 

Bufera di neve nel Folignate Una vera e propria tormenta di neve si è abbattuta sul territorio del comune di Foligno fin dalla prima mattinata del 17 gennaio. La nevicata record ha creato numerosi disagi nelle frazioni di Annifo e Colfiorito. Su Facebook la testimonianza di una residente di Annifo, Tonya Caliendo: “Ho spalato da mezzogiorno fino a poco fa. Ho i gomiti distrutti ma niente alla fine non riesco nemmeno più ritornar indietro e posar la macchina in garage. Dal mio garage fino e fuori strada sono circa 300 metri e abito in case popolari, ma nessuno si degna di soccorrerci ed è la terza visita importante che salto. Ho chiamato Anas ma ogni volta mi sono stati passati altri numeri e alla fine mi hanno detto che non si muovono senza un’ordinanza”. Rimarranno chiuse domani, mercoledì 18 gennaio, le scuole di Colfiorito (infanzia, primaria e secondaria di primo grado) e di Casenove (infanzia e primaria). Lo prevede un’ordinanza firmata dal sindaco di Foligno, Nando Mismetti. Il provvedimento è stato adottato in considerazione del perdurare della situazione meteorologica con precipitazioni nevose e forti raffiche di vento.

Disagi nel tifernate  L’intensa nevicata di questa notte ha costretto le squadre di lavoro del Comune di Città di Castello ad un super lavoro. Le zone nelle quali è caduta più neve sono quelle di Fraccano, Bocca Serriola e Monte Maggiore, dove sette famiglie sono rimaste intrappolate fra accumoli di neve di circa 50 cm, e in alcune parti anche di 1 metro. Le famiglie sono già state in parte soccorse dal Greder del Comune, con un intervento per la rimozione della neve depositatasi sulle strade di collegamento tra le abitazioni e la viabilità principale. L’intervento è stato ultimato nel primo pomeriggio di oggi. Transito compromesso dalla neve anche a Candeggio, Antirata e Vallurbana, dove hanno operato in mattinata due mezzi spazzaneve. tuttavia la strada Apecchiese è stata riaperta al transito dei veicoli, ad esclusione dei mezzi pesanti. Nella mattina del 17 Gennaio l’ospedale è stato soggetto ad un black out. Per fortuna tutti gli operatori dipendenti in turno hanno garantito brillantemente la continuità assistenziale assicurando il proseguo dell’attività e degli interventi terapeutici necessari. Gli interventi e le prestazioni con carattere di urgenza ed emergenza sono stati garantiti procastinando, solo a scopo precauzionale, una minima parte dell’attività programmata.

Interventi vigili del fuoco Complessivamente sono stati  150 gli interventi  effettuati dai vigili del fuoco nella sola giornata del 17 gennaio, di cui 110 in Valnerina. Gli uomini del 115 hanno prestato soccorso a persone rimaste  bloccate in un camper  nella zona di San Pellegrino di Norcia. I caschi rossi sono dovuti intervenire pure sul Subasio e nella località eugubina di Burano per aiutare delle persone rimaste bloccate all’interno delle proprie vetture a causa della neve. Sempre nella zona dell’Eugubino-Gualdese i pompieri hanno ripristinato la viabilità rimuovendo degli autocarri che a causa del gelo si erano intraversati, causando problemi al traffico. Infine vengono segnalati numerosi incendi di canne fumarie a Trevi, Foligno, Spoleto e Assisi. A Perugia, Assisi e Todi, i vigili del fuoco sono dovuti intervenire per rimuovere alcuni rami che ostacolavano la circolazione stradale.
(Servizio in aggiornamento)

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere