CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Perugia, vende hashish a piazza del Bacio: spacciatore finisce in manette

Perugia Cronaca e Attualità Città

Perugia, vende hashish a piazza del Bacio: spacciatore finisce in manette

Redazione
Condividi

Uno scambio di droga (foto d'archivio)

PERUGIA – Nel tardo pomeriggio di giovedì i poliziotti della volante, nell’ambito dei servizi straordinari di controlli del territorio disposti dal questore Francesco Messina, hanno arrestato un 42enne tunisino per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Erano circa le 18.30 quando i poliziotti pattugliando piazza Vittorio Veneto notavano due soggetti, un uomo ed una donna che sostavano con fare sospetto sulle scale che portano a piazza del Bacio. Avvicinatisi per procedere all’identificazione dei due, gli operatori coglievano immediatamente un certo nervosismo da parte ed entrambi cercavano di defilarsi mantenendo un atteggiamento elusivo. Gli agenti decidevano di condurli in ufficio; al momento di salire sulla Volante, però, l’uomo, intuendo di non poter più sottrarsi al controllo, all’improvviso iniziava ad inscenare un malore, inducendosi conati di vomito e sputando ed asserendo di essere diabetico. Di fronte a quella reazione, la compagna chiedeva che gli venisse somministrata dell’acqua che avrebbe risolto la crisi. I due rifiutavano le cure del 118 e, superato il presunto malore, venivano entrambi perquisiti; in una tasca del giubbotto dell’uomo, i poliziotti trovavano un pacchetto di sigarette contenente hashish per un peso di oltre 20 grammi. Inoltre, sempre addosso al nordafricano, distribuita nelle tasche e nel portafoglio, veniva rinvenuta la somma di 930 euro con ogni probabilità provento di spaccio ed alcuni monili (un orologio ed un paio di orecchini) dei quali non sapeva indicare la provenienza ma verosimilmente provento di attività delittuosa. Trasportati in questura, l’uomo veniva identificato per un tunisino con una carriera criminale di lungo corso per reati in materia di stupefacenti; ha ancora in atto la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Il tunisino, tratto in arresto per spaccio di stupefacenti e denunciato a piede libero per ricettazione; è stato trattenuto nelle camere di sicurezza della Questura e ieri mattina è stato processato con rito direttissimo.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere