CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Perugia, vandali in azione a Monteluce: danneggiata la chiesa all’interno dell’ospedale

Perugia Cronaca e Attualità

Perugia, vandali in azione a Monteluce: danneggiata la chiesa all’interno dell’ospedale

Redazione
Condividi

PERUGIA – Nella notte dei vandali sono entrati nella zona dove sono in corso i lavori e hanno gravemente danneggiato gli arredi della chiesa presente all’interno del vecchio ospedale di Monteluce. Sul posto si sono portati i vigili del fuoco e la polizia per le indagini, oltre ai funzionari della Regione, proprietaria del bene. Secondo le prime informazioni, con il fuoco sono stati compiuti atti sacrileghi, rovinando panche e arredi vari.

Assessore Severini: “Stupore e indignazione”. “La notizia dello scempio e della profanazione della Cappella dell’ex Policnico delle quali è stata oggetto questa notte, da parte di ignoti, la Cappella dell’ex Policnico di Monteluce, dove Gerardo Dottori realizzò nel 1943 un importante ciclo pittorico, crea stupore e indignazione dice in una nota l’assessore Maria Teresa Severini –  Le immagini restituiscono un accanimento nella distruzione degli arredi e una profanazione dei medesimi. Il messale bruciato e segni inquietanti lasciati sull’altare con cera rossa colata, fanno venire in mente rappresentazioni macabre e non solo vandalismo. Purtroppo, anche il murale di Dottori sopra l’altare con la “Salus infirmorum” ha subito danni in più parti per i colpi inferti. Per il resto, le pitture di Dottori della calotta absidale non sembrano essere stati toccate, ma si attendono i risultati delle indagini della scientifica prontamente intervenuta, così come il questore e la Soprintendenza. Il Comune di Perugia, nel 1995 provvide al risanamento della calotta e al restauro di tutto il ciclo, con la partecipazione dei frati della Cappellania per salvaguardare questo unicum. Parimenti, nella progettazione della Nuova Monteluce, la chiesa è stata salvaguardata e sono state anche poste condizioni per la sua risistemazione esterna. Ci si augura che si faccia presto piena luce su questo brutto episodio, la cui tipologia sembrava essere da tempo estranea alla nostra città”.