CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Perugia, tutto pronto per la Fiera dei Morti: taglio del nastro il 1° novembre

Perugia Cronaca e Attualità Città

Perugia, tutto pronto per la Fiera dei Morti: taglio del nastro il 1° novembre

Redazione
Condividi

PERUGIA – Dall’1 al 5 novembre torna la tradizionale Fiera dei Morti, che anche per quest’anno, avrà tre sedi: in Piazza Umbria Jazz a Pian di Massiano, in Piazza del Bacio a Fontivegge e in centro storico, tra Corso Vannucci, via Mazzini, Piazza Matteotti e Piazza IV Novembre. Tra le principali novità di questa edizione vi è senz’altro la presenza, a Piazza del Bacio, delle Pro Loco del perugino e dell’Umbria, che promuoveranno i bellissimi borghi della regione e animeranno la piazza con un ricco programma di iniziative per grandi e piccoli.

Numeri e curiosità Se, dunque, a Pian di Massiano si potrà trovare la più ampia offerta di prodotti per la persona e per la casa, erboristeria, ferramenta, accessori auto, giocattoli, prodotti agroalimentari in genere, con oltre 500 espositori, in Centro saranno 80 gli standisti, coordinati dal Consorzio Perugia in Centro e dall’associazione Farefacendo, presenti con i loro prodotti di artigianato e di enogastronomia di qualità, comprese le eccellenze delle Città gemelle di Perugia. Piazza del Bacio diventerà, infine, luogo di valorizzazione delle tantissime piccole realtà della regione, grazie ad Unpli Comitato Locale del Perugino e alla presenza di 60 tra Pro Loco, associazioni, artigiani e aziende locali. Per l’intera durata della manifestazione, la piazza sarà animata da esposizioni e attività di vario genere, finalizzate a far conoscere le tradizioni locali, la cultura dei piccoli borghi, la loro enogastronomia.

Minimetrò Per facilitare la visita a tutte e tre le location della Fiera, è confermato anche per quest’anno il biglietto Unico Perugia “Giornaliero fiera dei Morti” per autobus e Minimetrò a 3,50 euro, valido per 24 ore (dalla prima convalida), utilizzabile da un adulto ed un bambino al di sotto di 12 anni (fino ad un massimo di 1 minore per ciascun adulto). Gli orari di esercizio del minimetrò in occasione della Fiera dei Morti sono: – Giovedì 01°: 08.30 – 21.15 (ultima corsa), – Venerdì 2: 7.00 – 21.05 (ultima corsa), – Sabato 3: 7.00 – 22.45 (ultima corsa), – Domenica 4: 9.00 – 20.45 (ultima corsa), – Lunedì 5: 7.00 – 21.05 (ultima corsa). La sosta, invece, avrà il costo di 3,50 per 5 ore nei parcheggi Fonti di Veggio, Bellocchio e Autosilo dell’area di Fontivegge.

Novità Tutte le novità e il programma della Fiera dei Morti 2018 sono state presentate questa mattina nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta nella Sala Rossa di Palazzo dei Priori. Aprendo l’incontro, l’assessore al Commercio, Artigianato e Mobilità Cristiana Casaioli ha parlato di un appuntamento importantissimo perché la Fiera dei Morti è l’evento che caratterizza più di ogni altro la nostra città. Si tratta, infatti, di un’iniziativa che promana da una tradizione storica risalente al Medioevo, quando i cittadini del contado portavano i loro prodotti nel centro storico.

Fiera in crescita L’assessore ha tenuto a precisare che la fiera, come tutte le altre che si tengono nel territorio perugino nel corso dell’anno, è cresciuta nel tempo grazie ad un’opera di attenta riqualificazione voluta dall’Amministrazione. In particolare la fiera dei morti, già presente a pian di Massiano e nel centro storico, nel tempo si è arricchita con l’aggiunta di piazza del Bacio e con un sistema di mobilità sostenibile particolarmente appetibile per i cittadini. Casaioli ha confermato che le tre aree in cui la fiera si snoda hanno caratteristiche diverse l’una dall’altra: la più classica e tipica è a pian di Massiano, in piazzale Umbria Jazz, dove saranno presenti 518 operatori provenienti da tutta Italia che proporranno ogni genere di prodotto. La fiera del centro storico si caratterizza, invece, per l’eccellenza dei prodotti italiani ed internazionali (città gemelle in piazza IV novembre) oltre per la qualità dell’artigianato. Il tutto all’interno di stand che ben si adattano alla convivenza con le bellezze architettoniche dell’acropoli.

Quarta piazza La terza piazza, ultima arrivata in ordine di tempo quarta anni fa, è piazza del Bacio, sita in un’area su cui l’Amministrazione comunale ha inteso lavorare fin dall’inizio del mandato con l’obiettivo di porre l’attenzione su una parte del territorio che ha bisogno di rinascere. Quest’anno in piazza del Bacio l’offerta sarà del tutto innovativa: grazie alla collaborazione con l’Unpli si è scelto di portare le tipicità delle proloco del territorio, per riprendere in qualche modo le tradizioni di una volta. Dunque lì ci sarà una fiera tipicamente umbra ove le proloco potranno illustrare le caratteristiche dei territori rappresentati. Insomma un’offerta a 360 grazie per consentire ai perugini ed ai turisti di vivere al meglio la città dal 1 al 5 novembre.

Centro storico In centro storico la fiera dei morti è stata organizzata in collaborazione con il Consorzio Perugia in Centro rappresentato oggi in conferenza stampa dal presidente Sergio Mercuri. Mercuri ha confermato che in questi anni la collaborazione con l’Amministrazione è stata molto stretta e continua: Anche nel 2018 il rapporto è stato intenso ed ha consentito di organizzare un’edizione della fiera particolarmente appetibile, perpetuando una tradizione secolare che da 10 anni a questa parte, con il ritorno in centro, è stata recuperata. La presenza nell’acropoli, ovviamente, va letta in chiave moderna, ma con una connotazione tradizionale che consente agli stand di adattarsi al meglio alle bellezze architettoniche che caratterizzano la parte storica della città. Come detto dall’assessore, Mercuri ha confermato che rispetto agli anni passati, nell’edizione 2018 ci sarà un ulteriore miglioramento della qualità dell’offerta, visto che, grazie ad un attento monitoraggio e studio, sono state corrette tutte le criticità e, dunque, sono stati proposti stand e prodotti di altissima qualità.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere