sabato 29 Gennaio 2022 - 08:31
-0.7 C
Rome
- Pubblicità -spot_img

Perugia, tentava di fuggire a Londra con un falso passaporto: arrestato dalla Polizia

Sarà processato per direttissima. Un 35enne di Ponte Pattoli, incensurato, aveva assunto cocaina e si era messo alla guida.

PERUGIA – Mercoledì mattina in aeroporto i poliziotti stavano facendo le verifiche di frontiera per i passeggeri in partenza con il volo delle 11 per Londra quanto si sono imbattuti in un passeggero che esibiva un passaporto italiano.
Seppure il controllo del documento in banca dati Sdi e Schengen risultasse negativo, sussistevano forti dubbi sulla sua autenticità da parte del personale operante.
Si decideva pertanto di procedere ad un ulteriore accertamento con intervista di frontiera, nella quale il passeggero dopo un primo tentativo di confermare di essere cittadino italiano, riferiva nella realtà di essere cittadino camerunense, con regolare permesso di soggiorno italiano, declinando le vere generalità e di essere 26enne.
Con queste generalità si appurava che di recente era stato scarcerato da Capanne dopo un arresto per i reati di associazione per delinquere finalizzata alla truffa e frode informatica, con la quale si disponeva a carico dello stesso un divieto di espatrio generico ed un ritiro dei suoi documenti di espatrio. Un più approfondito controllo del passaporto esibito, permetteva di presumere una falsificazione dello stesso dovuta a contraffazione totale, in quanto le caratteristiche tecniche e di fabbricazione non risultavano conformi ai canoni previsti. La stessa effigie fotografica riprodotta, non sembra essere corrispondente al soggetto utilizzatore.
Si procedeva pertanto al sequestro del passaporto ordinario elettronico italiano esibito e al foto segnalamento del sedicente cittadino camerunense, presso il Gabinetto di Polizia Scientifica della Questura di Perugia; con relativo riscontro Afis, che confermava le generalità dichiarate dallo stesso. Al termine degli accertamenti lo straniero veniva arrestato per possesso di documenti di identità contraffatti. Sarà processato per direttissima.
Guida dopo aver assunto alcool e cocaina Posto di controllo notturno della polizia nella zona urbana di Ponte Pattoli alla ricerca di malavitosi e arriva una vettura scura.
I poliziotti chiedono i documenti all’autista, un 35enne del posto, incensurato e notano che barcolla e ha le pupille dilatate. I riscontri sono scontati: aveva assunto cocaina e si era messo alla guida. Detratti 10 punti della patente, una segnalazione alla Procura della Repubblica e auto sequestrata.
Omicida rimpatriato Con un connazionale aveva preso a pugni in faccia un 35enne milanese su incarico di un altro ucraino. Dopo le botte l’italiano è morto.
Lui e gli altri due stranieri sono stati condannati per omicidio preterintenzionale ed è stato recluso al carcere di Spoleto. Ieri ha finito di scontare la sua pena ed è stato espulso.
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

More articles

- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

Agi