CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Perugia, taglio del nastro per il Nucleo Alzheimer di Fontenuovo

Perugia Cronaca e Attualità

Perugia, taglio del nastro per il Nucleo Alzheimer di Fontenuovo

Redazione
Condividi

PERUGIA – L’offerta assistenziale per la demenza senile e per la malattia di Alzheimer si amplia con l’attivazione del progetto sperimentale ‘Nucleo specialistico Alzheimer’ all”interno della Residenza protetta Fontenuovo di Perugia. Gli anziani potranno così’ da oggi essere assistiti con specifici programmi e con personale formato. Stamani si è  svolta infatti l’inaugurazione del nuovo Nucleo alla presenza della presidente della Regione Umbriam Catiuscia Marini, del cardinale arcivescovo di Perugia-Città della Pieve, Gualtiero Bassetti, dell”assessore comunle Edi Cicchi, del direttore generale Usl Umbria 1, Andrea Casciari, e del presidente di Fontenuovo Residenze per Anziani Fondazione, Onlus Orfeo Ambrosi.

Le caratteristiche della struttura. La nuova struttura garantisce ai malati le necessarie condizioni di sicurezza e benessere e allo stesso tempo ritmi di vita e stimoli “riabilitativi” adeguati alle ridotte capacità cognitive e funzionali, attraverso un ambiente protesico e sensoriale che comprende un giardino terapeutico alzheimer, stanze sensoriali, terapia occupazionale, programmi di psicomotricita”, stimolazione plurisensoriale e adeguato standard assistenziale. “L”Umbria – è stato ricordato – è la seconda regione più vecchia d’Italia con il 25 per cento della popolazione sopra i 65 anni. Nella sola Usl Umbria 1, il 6 per cento degli ultra65enni e” a rischio demenza, con il tasso di demenza attesa pari al 12 per mille/anno. Per il distretto del perugino arriva quindi questa offerta di dieci posti letto per pazienti affetti da demenza, grazie ad uno specifico finanziamento regionale. Si tratta – secondo quanto sottolineato stamani – di un tassello importante a livello regionale nel processo di sviluppo del Piano nazionale demenze che la Regione Umbria ha recepito individuando un percorso diagnostico-assistenziale per la gestione globale della malattia. Sono stati finanziati due progetti sperimentali: quello inaugurato oggi a Fontenuovo e quello presso la Residenza protetta per Alzheimer di Castel Giorgio di Orvieto”.

Modello da esportare. Secondo la presidente Marini questo Nucleo Alzheimer “è un modello da esportare ed estendere in tutta la regione. Qui oggi facciamo un passo in avanti nell’ambito della cura di queste malattie” ha detto Marini, secondo cui “l”allungamento della vita e’ senza dubbio segno di qualita” della vita, ma al tempo stesso ciò ci impone nuove sfide e di ripensare al nostro sistema di welfare, che deve poter assistere e prendersi cura di persone anziane che presentano patologie molto diverse da quelle del passato”. “Questo e” un luogo – ha dichiarato il cardinale Bassetti – che appartiene a Perugia come città” e a Perugia come Chiesa. Fontenuovo e” nato 131 anni fa per un atto di amore, un seme che ha prodotto un albero robusto e siamo quindi grati alle istituzioni civili per il supporto effettivo ed affettivo alla struttura”.