CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Perugia, si torna in campo contro la Salernitana. Cosmi: “Serve assolutamente un risultato positivo”

Calcio Perugia Sport Città

Perugia, si torna in campo contro la Salernitana. Cosmi: “Serve assolutamente un risultato positivo”

Redazione sportiva
Condividi

PERUGIA – Al Curi arriva la Salernitana domani. L’obiettivo è quello di spezzare il maleficio e di tornare a sperare. Passi in avanti sono stati visti dall’allenatore del Perugia, Serse Cosmi: “Innanzitutto con il Benevento la squadra ha alzato il livello nervoso – ha detto – ha giocato con più determinazione e cattiveria. E poi essere tornati al gol è un grande passo dal punto di visto mentale”.

Rosa Chi fuori e chi dentro: “Esclusi Angella, Gyomber, Fernandes e Barone i ragazzi sono tutti disponibili. Chiaramente essendo la terza partita in otto giorni bisognerà valutare bene le condizioni, compresi i piccoli acciacchi, soprattutto di chi ha sempre giocato”.

Ritiro E sulla condizione della squadra in ritiro ha detto: “I ritiri servono soprattutto per poter conoscere meglio i ragazzi. Sono arrivato a inizio gennaio, molti di loro li sto conoscendo adesso fuori dal campo. Penso che sia stato importante anche per i giocatori stessi che si sono potuti confrontare e si sono messi in condizione di capire il periodo che stiamo vivendo e come fare per uscirne. Per uscire da questo periodo serve un risultato positivo, facendo appello a sé stessi, al proprio orgoglio personale. Questo deve essere sufficiente per fare una grande prestazione ed ottenere quello che vogliamo. Credo che questo sia il tasto giusto da toccare, nessuno di noi può accettare queste sconfitte e la delusione che stiamo dando all’ambiente”.

Avversari Sulla Salernitana ha affermato: “Ero convinto che dopo la stagione passata la Salernitana si sarebbe rialzata. La società ha la forza per poter pensare a qualcosa di importante, l’allenatore ha esperienza e capacità per essere protagonista e dare il proprio contributo. La partita sarà sicuramente dura ma per noi qualsiasi avversario sarebbe stato difficile in questo momento”.

Impegni no stop Un tour de force attende il Grifo: “Inevitabilmente giocare tre partite in 8 giorni influenza le scelte. Stare qui in ritiro dà la possibilità di monitorare meglio i problemi di ognuno. Cercherò di mettere in campo una squadra che, prima di ogni cosa, stia bene dal punto di vista fisico. Inevitabilmente c’è un po’ di tensione. Personalmente mi dispiace per le tante persone che vogliono bene al Perugia e che mi incitano per uscire insieme da questo momento, che mi dicono di non mollare. Ringrazio di cuore queste persone. Dopo 5 sconfitte le critiche verso l’allenatore non sono legittime ma più che legittime però da parte di alcuni ho ricevuto insulti che credo non meritavo”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere