CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Perugia, Santopadre: “Taglio di due mesi agli stipendi prima di ripartire, ma andremo al macello”

Calcio Perugia Sport

Perugia, Santopadre: “Taglio di due mesi agli stipendi prima di ripartire, ma andremo al macello”

Redazione sportiva
Condividi

PERUGIA – Il patron del Perugia, Massimiliano Santopadre, entra a gamba tesa  sul momento difficile. Parlando al quotidiano La Nazione ed al sito Calciogrifo, mette sul piatto diverse questioni in vista della ripresa.

“Nel caso in cui si dovesse tornare a giocare – dice – verrà probabilmente pagata l’ultima rata dei diritti televisivi e con quella potrò pagare emolumenti e contributi di soli due mesi. La mia azienda, come tante, è in ginocchio, io sono ferito gravemente e accettando la mia proposta i calciatori lo saranno leggermente. Sarà importante non morire. E io spero che i ragazzi accetteranno. Prima di cominciare voglio avere l’accordo con i calciatori. La proposta è stata fatta. Ma questo non deve porre il presidente contro la propria squadra, io sono il primo alleato, ma se non si fa questo passo è difficile pensare al resto”

Protocollo sanitario. Sul protocollo sanitario che dovrebbe segnare la ripartenza degli allenamenti spiega: “E’ inattuabile per problemi logistici ed economici. Anche perché tutto verrebbe meno non appena inizia la partita, con 22 giocatori in campo che sudano, si scontrano e si abbracciano. Se ci costringono ad andare al macello per completare i campionati almeno la Figc dia ad ogni club 400mila euro, mettesse sul piatto 8 milioni per le 20 società della categoria, questo è quanto serve per tutte le procedure previste nel protocollo. Perché vanno tenute in ritiro 70 persone, compresi raccattapalle e dirigenti e poi ci sono tamponi a tutti, ogni due giorni, al costo di 47 euro l’uno, mascherine e sanificazioni prima e dopo gli allenamenti. Solo per assegnare le posizioni in classifica. Inoltre la federazione ci sostenesse anche con assicurazioni e tutele, perché io non posso rischiare la vita di un mio dipendente”

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere