venerdì 18 Giugno 2021 - 23:56
31.9 C
Rome

Perugia, rissa finisce a coltellate in via della Pescara: quarantenne gravissimo

L'aggressore, secondo quanto emerge, sarebbe un coetaneo nordafricano e tutto sarebbe nato al termine di una rissa

PERUGIA – Ancora violenza nella zona centrale di Perugia. Nel pomeriggio di venerdì un quarantenne è stato accoltellato in via della Pescara all’esterno di un bar. L’aggressore, secondo quanto emerge, sarebbe un coetaneo nordafricano. L’uomo ferito è stato trasportato d’urgenza all’ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia con ferite all’addome, al torace, oltre che alle ascelle, ma una coltellata gli avrebbe anche lesionato il cuore. L’uomo è stato operato  in Cardiochirurgia, è gravissimo.

Indagini I carabinieri stanno indagando per fare chiarezza sulle cause scatenanti ma da quanto sembra, il coltello sarebbe stato estratto dopo una rissa a cui avrebbe preso parte almeno altre due persone, un italiano ed un altro nordafricano, probabilmente originata da qualche parola di troppo verso la ragazza del giovane italiano. Si sarebbe passati dalle spinte alle coltellate. L’aggressore è poi fuggito, in direzione del parco. Sulla vicenda indagano i carabinieri.

Buone notizie Intanto nella giornata di sabato arrivano buone notizie dall’ospedale Santa Maria della Misericordia: Tommaso C. ha cominciato il decorso postoperatorio in modo soddisfacente.

Il sindaco Il sindaco di Perugia, Andrea Romizi, e l’assessore alla sicurezza, Luca Merli, a nome dell’intera amministrazione comunale, esprimono – in una nota del Comune – “profondo sconcerto e viva preoccupazione per il grave episodio accaduto nella giornata di ieri presso un bar posto all’intersezione tra via della Pescara e via XX Settembre. Siamo vicini a Tommaso – sottolineano Romizi e Merli – cui auguriamo una pronta e rapida guarigione. Nel contempo non possiamo non esprimere un forte sentimento di preoccupazione per quanto avvenuto ieri in via della Pescara, tanto più in pieno giorno e davanti a numerose persone presenti. L’auspicio che formuliamo è che l’esecutore o gli esecutori del vile gesto possano essere individuati velocemente ed assicurati alla giustizia nel più breve tempo possibile. A tal proposito riponiamo massima fiducia nell’operato delle forze dell’ordine, cui rivolgiamo i nostri sentiti ringraziamenti per l’attività che giornalmente svolgono a tutela dell’ordine pubblico e della salute dei nostri concittadini”.

 

- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

More articles

- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

Agi