giovedì 2 Dicembre 2021 - 11:25
6.8 C
Rome
- Pubblicità -spot_img

Perugia, rintracciato palestinese pregiudicato: dal divieto di dimora alle manette

Beccato dagli agenti di polizia ieri presso la stazione, non aveva documenti ed era già stato condannato in luglio per rapina

PERUGIA – Nel pomeriggio di ieri, 27 agosto, nell’ambito dell’intensificazione dei servizi di controllo del territorio, agenti delle Volanti della polizia di Perugia hanno proceduto al controllo di un cittadino palestinese 27enne, individuato in piazza Vittorio Veneto, vicino alla stazione ferroviaria.

Insospettiti dall’atteggiamento dello straniero, già noto alle forze dell’ordine per precedenti legati allo spaccio di droghe e reati contro il patrimonio, nonché destinatario di un provvedimento di divieto di dimora in Umbria, i poliziotti lo hanno accompagnato in Questura per procedere al suo fotosegnalemento. Il cittadino palestinese era, infatti, privo di qualsiasi documento di identità. Sottoposto ai rilievi fotodattiloscopici e svolti i controlli di rito, a carico dello straniero è emerso un ordine di carcerazione, emesso due giorni prima, il 25 agosto, dal gip del Tribunale di Perugia, con il quale è stata revocata la misura del divieto di dimora con la custodia cautelare in carcere, visto che il 19 luglio scorso il 27enne era già stato rintracciato in città e condannato a 2 anni e 2 mesi di reclusione per rapina e la pena, appunto,  era stata allora sostituita dal provvedimento di divieto di dimora nella Regione. L’uomo è stato accompagnato al carcere perugino di Capanne.

- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

More articles

- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

Agi