CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Perugia rimontato e beffato dal Pescara, per restare in serie B al Curi serviranno 90′ di fuoco

Calcio Perugia Sport Extra Città

Perugia rimontato e beffato dal Pescara, per restare in serie B al Curi serviranno 90′ di fuoco

Redazione sportiva
Condividi

PESCARA – PERUGIA 2-1 (0-1)

PESCARA: Fiorillo, Campagnaro, Scognamiglio, Memushaj, Pucciarelli (86′ Borrelli), Galano (86′ Bettella), Maniero (82′ Bocic), Palmiero (72′ Busellato), Zappa, Kastanos (82′ Crecco), Masciangelo. A disp.: Alastra, Del Grosso, Bruno, Elizalde, Clemenza, Pavone, Melegoni. All. Sottil

PERUGIA: Vicario, Rosi, Carraro, Sgarbi (72′ Nzita), Mazzocchi, Falcinelli (72′ Melchiorri), Falzerano (63′ Buonaiuto), Falasco (85′ Dragomir), Kouan, Capone (63′ Nicolussi Caviglia), Gyomber. A disp.: Fulignati, Albertoni, Iemmello, Konate, Righetti. All. Oddo

ARBITRO: Livio Marinelli della sezione di Tivoli (Christian Rossi della sezione di La Spezia e Edoardo Raspollini della sezione di Livorno)

RETI: 40′ Kouan, 58′ Galano, 68′ (rig.) Maniero

NOTE: Ammoniti Gyomber, Mazzocchi, Busellato

PESCARA – La strada si fa ancora più in salita per il Perugia, che nella gara di andata disputata all’Adriatico capitola 2-1 contro i padroni di casa del Pescara. La situazione è ancora più compromessa per la squadra allenata da Massimo Oddo, che fra le mura amiche del Curi dovrà per forza battere la formazione abruzzese per restare in serie B. Servono 90′ di fuoco. Lo chiedono una città e un popolo intero. Bisogna salvare una storia.

Primo tempo Al 9′ è il Pescara a rompere gli indugi per primo con Masciangelo che trova l’opposizione di Vicario sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina. Al 15′ un errore balistico di Kouan di testa su un calcio di punizione non regala ai grifoni la gioia del vantaggio. Al 22′ Scognamiglio manda alto sopra la traversa il pallone su una punizione. Al 31′ Falcinelli ci prova da lontana ma Fiorillo para la conclusione del giocatore biancorosso. Al 40′ si sblocca il risultato in favore del Grifo: da un cross da destra di Falzerano, Kouan incora e sigla la rete del vantaggio della squadra di Oddo. Al 44′ viene reclamato un rigore dai pesaresi per un sospetto fallo di mano di Gyomber. Il Var dice che è tutto regolare e il primo tempo finisce 0-1.

Secondo tempo All’8′ per il Pescara Pucciarelli sfiora di poco la traversa. All’11’ gli abruzzesi pareggiano: Masciangelo fa partire un traversone che viene intercettato da Galano. La difesa perugina è inerme ed è 1-1. Pochi istanti dopo Memushaj sfiora la rete del vantaggio; provvidenziale è l’intervento di un bravissimo Vicario. Al 23′ succede l’incredibile. Nicolussi-Caviglia atterra in area Pucciarelli: è rigore per i delfini. Dal dischetto Maniero insacca e si ribalta il risultato: 2-1 Pescara. La reazione dei grifoni non arriva. Un piccolo spiraglio si vede al 40′ con un tiro di Carraro ribattuto dalla difesa biancazzurra. Nel finale succede il putiferio. Viene buttato un altro pallone in campo e per questo viene espulso il team manager abruzzese. Il recupero è infinito: il gioco viene fermato anche per infortunio di Rosi. Finisce 2-1. Al Grifo serve un miracolo.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere

Prossimo