CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Perugia, Puscas non perdona e fa centro: al Curi passa il Palermo (1-2)

Calcio Perugia Sport Extra EVIDENZA2 Città

Perugia, Puscas non perdona e fa centro: al Curi passa il Palermo (1-2)

Redazione sportiva
Condividi

Alessandro Nesta

PERUGIA-PALERMO 1-2 (0-1)

PERUGIA (4-3-1-2): Gabriel, El Yamiq, Verre, Mazzocchi (7′ st Moscati), Bianco (27′ Falzerano), Vido, Kingsley, Sadiq (22′ st Melchiorri), Cremonesi, Dragomir, Falasco. A disp.: Bizzarri, Perilli, Rosi, Felicioli, Sgarbi, Carraro, Bordin, Han, Kouan. All. Nesta

PALERMO (4-3-3): Brignoli, Bellusci, Rispoli, Jajalo, Trajkovski, Salvi, Aleesami, Falletti (27′ st Fiordilino), Szyminski, Puscas (33′ st Moreo), Haas (36′ st Chochev). A disp.: Avogadri, Pomini, Accardi, Lo Faso, Ingegneri, Nestorovski, Cannavò. All. Stellone

ARBITRO: Marco Serra della sezione di Torino. (Robilotta – Fiore)

RETI: 2′ pt – 2′ st Puscas, 44′ st Melchiorri

NOTE: 2.595 paganti per un totale di 8.105 spettatori. Ammonito Bianco, Bellusci, Sadiq

PERUGIA – Un abbraccio collettivo per l’eroe che non c’è più. Il popolo del Curi ha ricordato con una emozionante coreografia Leo Cenci, il gladiatore perugino, presidente di Avanti Tutti e simbolo della lotta contro il cancro, spirato qualche giorno fa. Un gesto grandioso dei tifosi biancorossi, che hanno voluto salutare degnamente un loro compagno di fede calcistica e orgoglio di una intera città.

La gara Lo aveva detto Alessandro Nesta alla vigilia dell’incontro e ciò è accaduto: la pausa ha pesato sulla prestazione odierna del Grifo contro il Palermo. Una sconfitta, come al solito, dura da digerire, ma che ha le sue giustificazioni. Due giri di orologio e i siciliani mettono il naso avanti. Puscas incorna alla perfezione e punisce un inerme Gabriel. Per tutto il primo tempo le squadre si studiano a vista e quando le formazioni vanno negli spogliatoi, il risultato è di 1-0 per gli ospiti. All’inizio del secondo tempo Puscas concede il bis. Ancora un colpo di testa ed è di nuovo gol. Il Grifo accorcia le distanze al 44’ del secondo tempo. Non c’è più niente da fare e a festeggiare sono i rosanero.

Nesta Così il mister ha analizzato la sconfitta contro il Palermo: “Loro hanno fatto poco e hanno ottenuto il massimo. Noi abbiamo creato di più ma facciamo fatica a segnare. I giocatori si sono impegnati, penso per esempio a Dragomir che ha fatto un’ottima partita. Io non credo alla sfortuna, abbiamo pagato l’inesperienza. E il loro portiere è stato particolarmente bravo. Noi abbiamo una nostra identità, facciamo le nostre partite, le squadre che vengono qua escono tutte stremate. La squadra c’è, faremo il nostro campionato”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere