CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Mobilità, Trenitalia presenta il Freccialink: è il collegamento fra l’Umbria e l’Alta Velocità

Cronaca e Attualità

Mobilità, Trenitalia presenta il Freccialink: è il collegamento fra l’Umbria e l’Alta Velocità

Alessandro Minestrini
Condividi

Un

PERUGIA – “Una iniziativa autonoma di Trenitalia, una iniziativa di mercato sulla quale come giunta regionale, appena ne abbiamo avuto notizia, abbiamo espresso apprezzamento  ritenendola una occasione importante nell’ambito della mobilità integrata, sia  per i  cittadini umbri che per quanti vorranno visitare la nostra regione”: così la presidente della Regione, Catiuscia Marini,   ha commentato il nuovo servizio Freccialink di Trenitalia che consentirà a Perugia e all’Umbria di agganciare l’alta velocità attraverso un servizio di minibus dalla stazione di Fontivegge di Perugia  a Firenze Santa Maria Novella. Il servizio è stato presentato stamani, a Perugia,  nel corso  di una conferenza stampa a cui hanno partecipato, oltre alla presidente,   Gianfranco Battisti, direttore Divisione lunga percorrenza e alta velocità di Trenitalia e il Sindaco di Perugia, Andrea Romizi. Presenti, tra gli altri, l’assessore regionale ai trasporti Giuseppe Chianella e Stefano Rossi, Amministratore delegato Busitalia.

“Si tratta di un servizio integrato – ha aggiunto la presidente – che potrà garantire,  anche ai viaggiatori business,  una modalità di trasporto che oggi non si realizza con il sistema ferroviario o attraverso il collegamento  dei bus tradizionali. Il tema dell’alta velocità  è un tema sensibile per l’Umbria,  attraversata da questa infrastruttura solo nella parte del territorio di Orvieto e Città della Pieve. Da tempo la Regione Umbria  è impegnata, insieme alla Toscana e al governo nazionale, a definire un collegamento  più veloce  ed efficiente con le grandi direttrici nazionali dell’Av che permetta all’Umbria di trasformare le criticità presenti a livello infrastrutturale in una occasione di sviluppo. Il servizio Freccialink va quindi ad affiancare il lavoro che stiamo portando avanti e può concretamente rappresentare un ulteriore elemento di attrazione per la nostra regione, anche a livello turistico. Con il gruppo FS  e Busitalia – ha concluso Marini –  stiamo ragionando su nuove  modalità di gestione e di utilizzo della rete  ex FCU per rendere anche questa infrastruttura più rispondente alle esigenze dei passeggeri,  studenti e pendolari,  e farne  uno strumento che va ad integrare l’offerta ferroviaria dell’Umbria nell’ambito della promozione turistica. E’ importante e lusinghiero  – ha concluso la Presidente – che Perugia sia stata scelta fra le  città in cui parte la sperimentazione di Freccialink”.

 “Con l’avvio del nuovo orario estivo delle Ferrovie, dal 12 giugno, debutta il nuovo servizio Freccialink di Trenitalia – ha annunciato  Gianfranco Battisti –  con il quale l’alta velocità raggiungerà, seppure indirettamente,  la città di Perugia.  Si tratta – ha spiegato – di un servizio integrato di minibus da 16 posti che collegherà  la stazione ferroviaria di Perugia  con la stazione di Firenze,  dove sarà possibile accedere all’alta velocità.  Firenze è stata individuata come  la città di prossimità più vicina per questa tipologia di trasporto,  da qui  partono  ogni sette minuti treni ad   alta velocità  che sono a disposizione degli utenti  Freccialink  grazie a  un solo biglietto (bus più treno) e  a costi assolutamente competitivi”.

 “Questo nuovo modello di servizio ha l’obiettivo di  essere complementare al servizio ferroviario che vede 26 treni,  a lunga  e media percorrenza,  collegare l’ Umbria con il resto del Paese – ha aggiunto il direttore AV di Trenitalia.   Abbiamo visto che Perugia e l’Umbria si presentano inoltre  come aree di mercato ad alta potenzialità, in particolare per quanto riguarda la domanda business,  per la quale stiamo lavorando anche con accordi con le aziende per favorire la mobilità dei dipendenti a prezzi vantaggiosi. Qui potrà inoltre essere intercettata la  domanda aggiuntiva proveniente dal settore turistico, grazie a  spostamenti più facili per i  visitatori e ad accordi da definire  con Tour operators e agenzie viaggi. I tempi di viaggio – ha concluso  – saranno  ridotti: si potrà raggiungere Milano in 3 ore e mezza e Bologna in due ore e mezza. L’iniziativa verrà promossa su diversi canali di comunicazione, manifesti, depliant e filmati sulle Frecce  che percorrono il territorio nazionale, i biglietti saranno inoltre acquistabili anche dall’estero”.

Per il sindaco Romizi “si tratta di un servizio che va ad integrare e sviluppare il sistema dei trasporti per Perugia e l’Umbria, rendendole mete più facilmente raggiungibili.  L’Umbria – ha detto il sindaco – soffre di una mancanza infrastrutturale dovuta a scelte del  passato.  Freccialink rappresenta invece un primo passo verso un percorso che può essere ulteriormente sviluppato, anche attraverso la costruzione di veri e propri pacchetti turistici,  e che parte sotto i migliori auspici”.   Il sindaco si è detto felice per la scelta di Perugia  tra le  città in cui sperimentare  il  progetto.

Da Perugia partiranno ogni giorno  due corse, la prima alle ore 07,35 con arrivo a Firenze alle ore 09,40 e la seconda con partenza alle ore 15,35 e arrivo alle ore 17,40. Da Firenze si potrà raggiungere Perugia con altrettante corse, la prima con partenza alle ore 10,20 con arrivo a Perugia alle ore 12,20 e la seconda con partenza alle ore 19,15 e arrivo alle ore 21,20. Il minibus, è dotato di tutti i comfort quali wi-fi, monitor di bordo, bevande e personale dedicato. La durata del viaggio sarà di  poco più di due ore,  per un costo di 10 euro. I  passeggeri arrivati nel capoluogo toscano saranno accompagnati dal personale di Trenitalia  ai Fecciarossa,  con destinazione Bologna e Milano, e al Frecciargento per Padova e Venezia.  I biglietti per le rotte Perugia – Bologna e Perugia – Milano sono già in vendita su tutti i canali commerciali Trenitalia, dalle biglietterie al sito web all’App Trenitalia. Le altre rotte verranno poste in vendita nei prossimi giorni.