CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Perugia, presentati Gonzalez, Gustafson e Nura: “Qui per dare il nostro contributo2

Calcio Perugia Sport Città

Perugia, presentati Gonzalez, Gustafson e Nura: “Qui per dare il nostro contributo2

Redazione sportiva
Condividi

(foto Roberto Settonce da accperugiacalcio.com)

PERUGIA – Conferenza stampa di presentazione per tre nuovi arrivi in casa Grifo. Nella giornata di giovedì, all’interno del Museo dell’Ac Perugia Calcio, hanno fatto il loro debutto in biancorosso davanti ai giornalisti Gonzalez, Gustafson e Nura.

Gonzalez  “So che tipo di piazza è quella di Perugia – ha detto il difensore uruguaiano -. Avevo qualche altra opportunità ma io ho deciso di venire qua. Perché? Per la tifoseria e perché Perugia sta qualche gradino al di sopra. Per me è stata una decisione importante perché credo che qua si può fare bene. Io sono totalmente a disposizione del mister. Sto bene, sono contento e potrei già iniziare a giocare fin dalla prossima partita. Ho 29 anni, ho altre responsabilità rispetto ai più giovani. Dal punto di vista mentale quello che dovrei fare è dare ordine alla difesa. Ci sono altri giocatori esperti ma quello che potrei fare io è dare ordine. Sicuramente per come mi conoscente ho tanta grinta. Sono a disposizione e pronto a dare una mano”.

Gustafson  “A Perugia ci sono giocatori di qualità – queste le prime parole da grifone del centrocampista svedese -. È una squadra che gioca a calcio. La differenza tra la Serie A e la Serie B non è tanta. Dove manca la qualità si mette quantità e corsa. Tra i miei giocatori preferiti ci sono Pirlo, Cassano, mi piacciono quelli che hanno tanta qualità con la palla. Qui in Italia ho sempre giocato come mezz’ala. Mi piace arrivare a fare gol e assist. Contro il Pescara sono entrato sul 2-0 quindi ho giocato in un modo differente dal solito. Normalmente gioco la palla sempre in avanti. A Torino ho giocato poco. Sono qui per dimostrare che sono un bravo giocatore”.

Nura  “Sono contento di essere qui a giocare perché ho sentito parlare molto bene di Perugia. Fisicamente sto bene. Sono venuto qua per dare una mano quindi darò il mio cento per cento per fare bene. Se spero un giorno di diventare come Maicon? Adesso non posso dire nulla, perché ancora non ho giocato. Una volta che avrò giocato potremo riparlarne”.

Prossimo