CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Perugia, presentata la stagione di concerti A.GI.Mus al Borgo Sant’Antonio Porta Pesa

Eventi Perugia Cultura e Spettacolo Extra Città

Perugia, presentata la stagione di concerti A.GI.Mus al Borgo Sant’Antonio Porta Pesa

Redazione cultura
Condividi

PERUGIA – Prenderà il via a partire dal 24 febbraio a Perugia la stagione dei concerti promossa da associazione Borgo Sant’Antonio Porta Pesa e A.GI.Mus, che prevede diciannove concerti che coinvolgeranno trecentocinquanta artisti. Una collaborazione iniziata da alcuni anni e sviluppatasi grazie alla grande sintonia di obiettivi tra le due realtà. Già da qualche tempo, infatti, l’associazione aveva espresso l’intenzione di ospitare all’interno del quartiere alcuni eventi di A.Gi.Mus. per valorizzare le due importanti strutture architettoniche inserite nell’antico Borgo, la Chiesa di Sant’Antonio e l’omonimo Oratorio. Per questo motivo i concerti in calendario saranno suddivisi tra le due sedi, la Chiesa di Sant’Antonio, dotata del più antico organo di Perugia (1654 di Angelo Mattioli) perfettamente funzionante, e l’Oratorio Sant’Antonio, un vero gioiello restaurato nei suoi splendidi affreschi e riconsegnato alla città a dicembre 2018. Proprio qui si terrà il ciclo di concerti in collaborazione con Umbria Guitar Festival dedicato al repertorio della chitarra.

La stagione è stata presentata gli scorsi giorni a palazzo della Penna alla presenza dell’assessore alla Cultura e Turismo del comune di Perugia Teresa Severini, del maestro Salvatore Silivestro e da Francesco Pinelli, presidente dell’associazione.

“Tutta la città sta vivendo un momento di forte fermento culturale, sul filo conduttore della musica – ha asserito l’assessore Severini – Iniziative come questa sono occasione non solo per promuovere la buona musica, ma anche per valorizzare le bellezze artistiche e architettoniche della nostra città e per rinvigorire la vocazione internazionale della nostra città, attraverso la cultura. Conosco la passione e l’impegno che anima il Borgo Sant’Antonio e l’associazione e ritengo che proprio questo fermento, che si respira comunque in tutta la città, sia fondamentale per costruire una vita culturale viva e intensa”.

A presentare il programma è stato il maestro Silivestro che tra i tanti appuntamenti ha segnalato in particolare quello di domenica 24 febbraio che apre il cartellone: un concerto per organo dell’organista Eugenio Becchetti, che ha restaurato l’organo e dotato la chiesa Sant’ Antonio di un pianoforte e di altri strumenti. Ad accompagnarlo sarà il Gruppo Femminile Armoniosoincanto diretto da Franco Radicchia, musiche di Girolamo Frescobaldi. Domenica 24 marzo si terrà l’esibizione di un coro nord americano nell’ambito della ricca programmazione di Musica dal Mondo.​ Il 2 maggio, invece, la chiesa di Sant’Antonio ospiterà uno degli eventi più significativi dell’intera stagione, il Concorso Corale Internazionale “Voices for Peace” organizzato dall’associazione Interkultur di Francoforte sul Meno, con la partecipazione di corali provenienti da tutto il Mondo. In collaborazione con l’associazione Assiomi il 1 giugno dalle ore 16.00 il borgo sarà invaso da giovanissimi allievi di numerose scuole della città che si esibiranno a gruppi strumentali in contemporanea nella chiesa e nell’oratorio. L’intero programma si chiuderà domenica 15 dicembre con il concerto per il Natale tenuto dal Coro Femminile “Nota So” diretto da Marta Alunni Pini.

“Abbiamo avviato da tempo – ha concluso Pinelli – un percorso per ridare vita e valore al borgo e questo ci ha permesso di costruire un senso di comunità molto forte e sentito sempre di più. Il nostro slogan è “se hai buone idee vieni al Borgo, ti ascoltiamo e vediamo di fare qualcosa insieme”. Questo perché vogliamo far crescere e conoscere il nostro borgo e la nostra città con il contributo di tutti”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere

Prossimo