CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Perugia, picchia la moglie a padellate e la figlia piccola col telecomando

Perugia Cronaca e Attualità

Perugia, picchia la moglie a padellate e la figlia piccola col telecomando

Redazione
Condividi

Il tribunale di Perugia

PERUGIA – Quando Renzo Arbore cantava “Tu nella vita comandi fino a quando hai stretto in mano il tuo telecomando”, non si riferiva esattamente all’uso distorto che ne ha fatto un marito e padre perugino, che rischia grosso, per la precisione una condanna per maltrattamenti in famiglia. Questo è quello che chiede la procura perugina per un sessantenne che secondo l’accusa avrebbe usato il telecomando come un manganello contro la figlia minorenne.

Motivo? Faceva troppo rumore mentre giocava. L’uomo è accusato di abuso dei mezzi di correzione poichè avrebbe scagliato contro la bimba il telecomando  “cagionandole un trauma alla regione periorbitale e zigomatica destra, con prognosi di 15 giorni salvo complicazioni”.

Non solo. La moglie, che secondo l’uomo era incapace di contenere il rumore della figlia, sarebbe stata percossa più volte a padellate o scagliandole contro il passeggino della bimba e vari altri oggetti. Un comportamento violento, con la donna e la bambina sottoposte “a continue vessazioni tali da mortificarle”. La donna, oltre ad essere costante oggetto di insulti e minacce si è vista anche puntare contro un fucile e l’uomo avrebbe anche stretto per la gola la moglie dopo averla stesa in terra.