CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Perugia, l’infermiera che ha salvato la giovane: “Fatto il mio dovere”

Perugia Cronaca e Attualità

Perugia, l’infermiera che ha salvato la giovane: “Fatto il mio dovere”

Redazione
Condividi

Una corsia dell'ospedale di Perugia

PERUGIA –  La giovane salvata a Marotta da una infermiera perugina del 118 sta meglio. Il responsabile della centrale operativa di emergenza dell’Umbria Giampaolo Doricchi, in costante contatto con la struttura di Rianimazione del nosocomio marchigiano, è stato informato informato che la studentessa di dodici anni sta meglio e che i sanitari hanno proceduto alle operazioni di svezzamento dai macchinari dopo la verifica della ripresa dei parametri vitali. “Ho subito pensato di informare la collega che protagonista di quel salvataggio – dice Doricchi in una nota dell’ospedale di Perugia -, era felice e commossa. Episodi come il suo capitano spesso in servizio, fanno parte del nostro lavoro quotidiano. Del tutto diverso è il soccorso prestato in un contesto davvero speciale, con una pressione enorme che impone davvero di dover fare appello a un autocontrollo straordinario” .

Dovere Testimonianze dirette riferiscono che le condizioni della ragazza erano critiche e che le manovre di soccorso effettuate dall’infermiera si sono rivelate salvavita. L’operatrice sanitaria nel frattempo è rientrata dalla breve vacanza a Marotta, pronta a riprendere il servizio per ferragosto: “Non è facile trovare le parole per descrivere le emozioni che si provano quando la nostra attività ci permette di essere utile agli altri – dice la donna che vive in una frazione di Perugia-; in tanti anni di lavoro non mi era mai capitato di effettuare un intervento così importante fuori dal servizio. Non amo il clamore e posso solo ribadire che mi sono limitata a fare il mio dovere, seppure senza il camice. Piuttosto mi preme far sapere che la gioia ricevuta con la notizia di oggi è stata davvero grande”.

Tags: