CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Perugia, parchi pubblici. Barelli: “Più collaborazione coi cittadini”

Perugia Cronaca e Attualità Extra EVIDENZA2 Città

Perugia, parchi pubblici. Barelli: “Più collaborazione coi cittadini”

Redazione
Condividi

PERUGIA – Si celebra oggi la giornata nazionale degli alberi 2018, istituita con legge nazionale 10 del 2013 al fine di perseguire, attraverso la valorizzazione dell’ambiente e del patrimonio arboreo e boschivo, l’attuazione del protocollo di Kyoto e richiamare l’attenzione dei cittadini sulla funzione degli alberi per l’ambiente, il territorio, la vivibilità delle città Anche il Comune di Perugia ha aderito all’iniziativa con una serie di eventi organizzati in collaborazione con l’Istituto comprensivo Perugia 4,l’associazione Amici dell’ospedale – donatori di sangue Perugia (Amos-ds), Ada e Legambiente.

Nuovi alberi Nella prima parte della mattinata in via Palestrina, alla presenza dei bambini e degli insegnanti della scuola primaria Giovanni Cena, c’è stata la messa a dimora di tre alberi di ligustro; due alberi sono stati donati dal signor Osvaldo Bassini, in virtù di un patto di collaborazione sottoscritto questa mattina con il Comune di Perugia, ed uno dalla stessa scuola Giovanni Cena.

Maggiore collaborazione “La collaborazione con i cittadini – ha commentato il vice sindaco ed assessore all’ambiente Urbano Barelli durante la cerimonia – è fondamentale soprattutto in tempi difficili per tutti gli Enti pubblici come quelli che stiamo vivendo. Per tale ragione l’Amministrazione comunale vuole favorire, in ogni modo possibile, questo nuovo modo di rapportarsi con i cittadini, collaborando con loro in maniera condivisa per migliorare la nostra città e tenere pulite le nostre aree verdi. Oggi, simbolicamente, consegniamo ai bambini della scuola Giovanni Cena questi alberi appena piantati, affinché li controllino giorno dopo giorno accompagnandoli nella loro crescita. Perché sono proprio i più giovani i nostri custodi del verde”.

Priorità La dirigente scolastica Iva Rossi, presente all’iniziativa, ha precisato che tra le priorità dell’istituto vi è il tema della sostenibilità, intesa non solo sotto il profilo ambientale. E’ necessario, in sostanza, educare i ragazzi a prendersi il tempo per vivere e godersi il mondo.

Cerimonia Successivamente i partecipanti si sono trasferiti presso la sede di Ada all’interno del parco della Pescaia per la seconda parte delle celebrazioni. Qui, oltre al vice sindaco Urbano Barelli, hanno partecipato alla cerimonia di consegna degli attestati alle famiglie aderenti al progetto “Alberi per la vita” una rappresentanza di Legambiente Umbria, Ada Girolamini, Presidente dell’associazione ADA, Lucia Cardinali, Presidente dell’associazione Amos, ed il sindaco di Cannara Fabrizio Gareggia.

Progetto Il progetto albero per la vita, che ha consentito di piantare un albero in occasione della nascita di ciascun bambino appartenente alle famiglie partecipanti, si inquadra – hanno spiegato i rappresentanti di Amos guidati dalla presidente Cardinali – nella volontà di promuovere il senso civico, il senso di appartenenza, sani stili di vita, rispetto verso tutto quello che ci circonda. Insegnare il rispetto per la vita può partire proprio dal rispetto per l’albero che i genitori hanno scelto di piantare spinti dalla felicità e dall’amore per la propria famiglia. L’invito che Amos rivolge ai cittadini ora è di donare il sangue, straordinario atto di solidarietà.

Cura Il vice sindaco Barelli, nel ringraziare Amos per il progetto totalmente condiviso dall’Amministrazione comunale, ha evidenziato che tale iniziativa ricomprende al suo interno molteplici temi centrali: la donazione in primis, ma anche il coinvolgimento dei bambini e delle famiglie, la condivisione degli spazi comuni, la cura della città. “Ai bambini rivolgo un invito – ha affermato -, affinché collaborino con noi per prendersi cura dei nostri spazi verdi ed, al loro interno, degli alberi di cui oggi si sente un gran bisogno. L’Amministrazione sta investendo sulle aree verdi, ma il decoro e la vivibilità di esse dipende soprattutto dal contributo che ogni cittadino ed ogni bambino saprà dare”.

Spazio aperto Barelli ha comunicato che la collaborazione del Comune con Amos ed Ada continuerà ancora visto che le due associazioni sono custodi di valori che l’Ente condivide pienamente. Alla cerimonia ha partecipato anche il sindaco di Cannara Gareggia, in considerazione dell’adesione dell’Ente da lui guidato al progetto. Infine Ada Girolamini, presidente di Ada, nel rivolgere un caloroso benvenuto ai presenti, ha sottolineato che il parco della Pescaia è uno spazio dei cittadini e di tutti coloro che lo frequentano. Ha quindi rivolto un invito a tutti affinché vivano l’area verde, magari partecipando alle iniziative che Ada, gestore dell’area, organizza costantemente.

Famiglie Dopo la cerimonia, ai bambini è stata offerta una merenda “pane e olio” a cura di Aba. Infine, nell’ultima parte della mattinata, sono stati messi a dimora tre alberi di mandorlo da parte delle famiglie aderenti al progetto “Alberi per la, vita”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere