CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Perugia, nuovo servizio di raccolta differenziata: resi noti i primi dati

Perugia Cronaca e Attualità Città

Perugia, nuovo servizio di raccolta differenziata: resi noti i primi dati

Redazione
Condividi

PERUGIA – Si è tenuta questa mattina, nella sala Rossa di palazzo dei Priori, la conferenza stampa di Comune e Gesenu per fare il punto sul nuovo sistema di raccolta differenziata attivato nella prima zona della città compatta ad una settimana dal suo avvio. Dopo aver posto l’accento sull’ampia attività informativa compiuta per rendere edotti i cittadini sulla “rivoluzione” in corso (assemblee, comunicazioni, invio di brochure), il vice sindaco Urbano Barelli ha voluto ringraziare sia i perugini coinvolti che gli amministratori di condominio per l’egregia collaborazione fornita finora. “Dopo la prima settimana dall’avvio del nuovo servizio in un’area che interessa ben 42mila abitanti, siamo molto soddisfatti dell’andamento. Inevitabilmente sono emersi alcuni disagi, dovuti al completo cambiamento di abitudini, ma sono ampiamente sotto controllo, costantemente monitorati ed in via di risoluzione”.

Appello ai cittadini “Il cambiamento della cultura della raccolta dopo decenni di abitudini radicate – ha continuato Barelli – richiede certamente una fase di rodaggio che è oggi in atto. A fronte di fenomeni, peraltro molto limitati, come l’abbandono dei sacchetti nelle zone dove prima sorgevano i cassonetti o la cosiddetta “migrazione” per gettare rifiuti dove permangono i cassonetti stradali”. Barelli ha lanciato un appello ai cittadini affinché conferiscano quantomeno nei centri di raccolta comunali o presso le isole ecologiche, contribuendo così a tenere pulita la città.

Attività capillare di consegna “Il servizio di raccolta differenziata porta a porta nella prima zona della Città Compatta di Perugia (quartieri di Monteluce, Sant’Erminio, Elce, Via della Pallotta e Via dei Filosofi) – ha ricordato il dirigente di Gesenu Massimo Pera – è partito lo scorso 30 luglio. Dal mese di giugno, Gesenu ha eseguito un’attività capillare di distribuzione dei contenitori, di diversa tipologia e dimensione, preceduta da un’intensa attività di comunicazione promuovendo undici assemblee sul territorio che hanno registrato la partecipazione di oltre 3000 cittadini, la spedizione di oltre 20.000 lettere nominative a tutte le famiglie e le utenze interessate, stand informativi nei luoghi di interesse strategico. L’attività di distribuzione dei contenitori è completata ed ha riguardato 2.384 utenze domestiche singole, 995 condomini e 829 utenze non domestiche, per una popolazione complessiva servita pari a 20.000 abitanti. I nuovi contenitori sono stati uniformati ai colori previsti dalle norme europee e sono dotati di serratura gravitazionale. Contestualmente, è stata completata la rimozione dei vecchi cassonetti stradali nella prima zona interessata dall’attivazione del servizio, dando priorità ai cassonetti per rifiuti indifferenziati. Le campane per la raccolta differenziata di carta e multimateriale (plastica, vetro, metalli) saranno rimosse nei prossimi giorni. Complessivamente i cassonetti rimossi dai quartieri interessati sono pari a circa 1300. Con l’eliminazione dei cassonetti stradali si è già conseguita una riduzione di circa 30 tonnellate al giorno di rifiuto indifferenziato, che su base annua corrisponderà a 10.000 tonnellate di rifiuto indifferenziato. Nei prossimi giorni saranno altresì ripristinati gli stalli dove alloggiavano i vecchi contenitori stradali restituendo decoro e spazi alla città di Perugia. Il nuovo servizio prevede l’impiego di 17 veicoli a ridotto impatto ambientale, motorizzati ibridi ed a metano”.

Eco Isole Sono state già installate le prime due Eco Isole informatizzate, delle 10 previste dal progetto, in Via Omicini (Case Bruciate) e Via Campo di Marte (di fronte ex Circoscrizione), che sono già fruibili da tutti i cittadini che risiedono nella Città Compatta per il conferimento di carta, plastica, secco residuo e frazione organica. Le installazioni delle ulteriori ecoisole saranno completate entro fine mese. È completata anche l’installazione della 132 campane per la raccolta del vetro monomateriale.

Servizio monitorato Il nuovo servizio di raccolta differenziata porta a porta è attentamente monitorato dai tecnici dell’azienda che hanno registrato, nei primi giorni di servizio, una graduale ed esponenziale corretta esposizione dei contenitori. Il progetto una volta a regime, ha l’obiettivo di incrementare nei quartieri interessati la percentuale di raccolta differenziata dall’attuale 35,5% al 74%, superando così gli obiettivi europei, statali e regionali, nonché di uniformare i sistemi di raccolta sull’intero territorio comunale, anche nella prospettiva della tariffazione puntuale. La cittadinanza ha risposto con straordinaria attenzione e particolare sensibilità e si è dimostrata sempre partecipe e collaborativa rispetto al nuovo servizio che sicuramente ha modificato in modo radicale le abitudini ed i comportamenti rispetto al passato.

Estensione Le problematiche insorte nei primi giorni di attivazione del servizio vengono costantemente affrontate dal personale tecnico del gestore e risolte quotidianamente le criticità, che d’altronde sono inevitabili nelle occasioni di modifica strutturale del servizio pubblico di raccolta. Sono in corso attività mirate di controllo da parte degli Ausiliari di Polizia Ambientale nei luoghi ove persistono abbandoni di rifiuti deposti nelle vecchie ubicazioni dei contenitori stradali. Il progetto prevede l’ulteriore estensione alla seconda zona della città compatta (quartieri di Settevalli, Fontivegge, Madonna Alta, Ferro di Cavallo), ove l’attività di distribuzione dei contenitori inizierà il prossimo 20 agosto 2018 con attivazione del nuovo servizio già programmata per il 22 ottobre 2018.

Controllo “Contestualmente a questi passaggi tecnici – ha spiegato Annalisa Maccarelli – Gesenu sta lavorando anche per individuare tutte le situazioni legate all’evasione. E’ in corso di svolgimento un ulteriore censimento delle utenze che, incrociato con i dati dell’agenzia delle entrate (grazie alla collaborazione col Comune) e di Umbra Acque, consentirà di ampliare notevolmente la base imponibile, favorendo l’equità e, dunque, i cittadini virtuosi. Il frutto di questo dettagliato lavoro è già evidente, ma è destinato ad ampliarsi in maniera significativa a fine 2018- primi mesi del 2019”.

Banca dati “Questa attività – ha segnalato il dirigente del Comune di Perugia Vincenzo Piro – è fondamentale per l’Ente che ha la necessità di avere una banca dati degli utenti Tari coerente con il servizio offerto. Ciò produrrà, infatti, importanti effetti per le casse comunali, penalizzate nel tempo dalla ingente morosità. L’obiettivo concreto sarà quello, ad esempio, di poter progressivamente cancellare le risorse allocate nel fondo crediti di dubbia esigibilità, destinato ad essere superato con l’introduzione della tariffazione puntuale”. Infine Piro ha sottolineato come, con l’attivazione dei vari sistemi di raccolta differenziata nelle aree servite, è stata concessa ai cittadini la possibilità di conferire secondo varie modalità (porta a porta, raccogliincentro, ecoisole, centri di raccolta) parametrate alle differenti esigenze dell’utenza. In occasione della conferenza stampa di oggi Gesenu ha presentato un veicolo con vasca di costipazione con motorizzazione mista elettrica e termica, già operativo nella prima zona di raccolta.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere