CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Perugia, niente da fare con la corazzata sannita: ok il Benevento (2-4)

Calcio Perugia Sport Città

Perugia, niente da fare con la corazzata sannita: ok il Benevento (2-4)

Redazione sportiva
Condividi

PERUGIA-BENEVENTO 2-4 (2-3)

PERUGIA (4-3-1-2): Gabriel, El Yamiq (8′ st Falasco), Verre, Mazzocchi, Sgarbi, Carraro (22′ st Bianco), Sadiq, Dragomir, Falzerano (29′ st Vido), Han, Gyomber. A disp.: Bizzarri, Perilli, Rosi, Melchiorri, Kingsley, Bordin, Cremonesi, Moscati, Kouan. All. Nesta

BENEVENTO (4-3-1-2): Montipò, Del Pinto (31′ st Tello), Antei, Coda, Viola, Maggio, Improta, Bandinelli, Ricci (40′ st Volta), Armenteros (22′ st Buonaiuto), Caldirola. A disp.: Gori, Di Chiara, Tuia, Costa, Gyamfi, Insigne, Asencio, Crisetig, Vokic. All. Bucchi

ARBITRO: Federico Dionisi della sezione di L’Aquila (Robilotta – Opromolla)

RETI: 7′ pt (rig.) – 28′ st (rig.) Viola, 9′ pt Han, 12′ pt Sadiq, 18′ pt Caldirola, 44′ st Coda,

NOTE: 2.583 paganti per un totale 8.093 di spettatori. Ammoniti Gyomber, Del Pinto, Antei, Maggio, Improta.

PERUGIA – Seconda sconfitta pesante consecutiva per il Perugia. Contro il Benevento degli ex non c’è nessun sussulto di orgoglio da parte della squadra di Nesta, costretta a capitolare per 2-4 contro la squadra campana.

La gara Primo tempo Avvio scoppiettante di gara. Il Benevento va in vantaggio grazie a un rigore realizzato da Viola. Il Grifo risponde al 12′: Verre tira da fuori area e l’estremo ospite non trattiene, Han si fionda sul pallone e segna l’1-1. Nemmeno un minuto e il Perugia passa in vantaggio. Sugli sviluppi di un corner, Han prima tocca di tacco e poi Sadiq finalizza: è 2-1. Come se non bastasse ecco che si palesa lo svarione difensivo degli umbri. Su un calcio di punizione per i sanniti Han svirgola la palla e Caldirola può solo che accompagnare in porta. Al 40′ il Benevento allunga le distanze con un gol dal limite di Coda preso malamente dalla squadra di Nesta. Il primo tempo finisce 2-3. Al 6′ della ripresa Gyomber e Gabriel impattano tra di loro. A causa della botta sono costretti a fare il loro ingresso in campo i sanitari. Al 15′ una punizione in favore dei padroni di casa si spegne di poco a lato della porta avversaria. Poco dopo, Coda e Caldirola fanno venire i brividi alla difesa perugina e per fortuna le loro occasioni finiscono in un nulla di fatto. Al 28′ viene scritta la parola fine sull’incontro quando un rigore assegnato in seguito di un fallo su Buonaiuto viene realizzato da Viola. Ultimo afflato del Grifo a firma di Sadiq. Null’altro. Basta il risultato, pietoso e inappellabile: 2-4.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere