CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Perugia, naufragio al Vigorito: il Benevento di Bucchi fa festa (2-1)

Calcio Perugia Sport Extra EVIDENZA2 Città

Perugia, naufragio al Vigorito: il Benevento di Bucchi fa festa (2-1)

Alessandro Minestrini
Condividi

BENEVENTO-PERUGIA 2-1

BENEVENTO (4-3-3): Montipò, Letizia, Billong, Di Chiara, Tello, Coda, Viola (26′ st Buonaiuto), Volta, Improta (38′ st Ricci), Bandinelli, Asencio. A disp.: Puggioni, Gori, Sparandeo, Antei, Gyamfi, Insigne, Goddard, Cuccurullo, Filogamo. All. Bucchi

PERUGIA (4-3-1-2): Gabriel, Verre (30′ st El Yamiq), Bianco (40′ st Moscati), Vido (23′ st Mustacchio), Melchiorri, Kingsley, Ngawa, Cremonesi, Dragomir, Falasco, Gyomber. A disp.: Leali, Perilli, Felicioli, Mazzocchi, Sgarbi, Bordin, Bianchimano, Terrani, Kouan. All. Nesta

ARBITRO: Luca Massimi della sezion di Termoli (Imperiale – Affatato)

RETI: 17′ pt Coda, 35′ pt Verre, 44′ st Bandinelli

NOTE: Ammonito Gyomber, Bandinelli, Vido, Viola. Espulso Falasco

BENEVENTO – Primo stop dopo tre vittorie di fila per il Perugia. A nulla possono i grifoni (che hanno terminato la gara in 10 a causa dell’espulsione ingiusta di Falasco) contro il Benevento dell’ex grifone (sia in campo che in panchina) Cristian Bucchi. Gara intrisa di ricordi, visto l’alto numero di ex da una parte e dall’altra. Il Grifo, quindi, torna a bocca asciutta dalla trasferta in Campania. Una sconfitta meritata, arrivata alla fine di un match per nulla combattuta dalla squadra di Nesta. Tre giornate sulle nuvole e ora i piedi tornano finalmente per terra. Un po’ di cattiveria e decisione in più non guastano mai.

Primo tempo Dopo un avvio caratterizzato da tattica e attendismo, al 10′ si registra il primo vero lampo della gara. Su un rinvio, Vido riesce a intercettare il passaggio del portiere campano. La sfera va in alto e Montipò cattura. Al 13′ è sempre l’attaccante ex Atalanta a mettersi in mostra, ma arriva in ritardo su un passaggio servitogli in area l’azione si conclude in un nulla di fatto. Alla prima occasione, al 18′, il Benevento trova il vantaggio. Coda, dimenticato dal proprio marcatore, incorna dal limite e punisce Gabriel. Al 22′ Gyomber atterra un avversario e il direttore di gara concede una punizione dal limite ai padroni di casa. Fortunatamente il raddoppio giallorosso viene scongiurato. I grifoni si scrollano di dosso l’empatia che li ha caratterizzati per lunga parte della prima frazione e al 34′ fanno tornare il parziale in parità, con un bel tiro a giro di Verre: è 1-1. Al 40′ Vido subisce un colpo al petto e cade a terra dolorante: serve l’intervento dello staff medico. Un minuto di recupero e al 46′ le formazioni vanno all’intervallo.

Secondo tempo Pochi istanti dall’avvio della ripresa il Benevento mette il coltello fra i denti e si porta subito avanti. Tello è pericolosissimo, ma Gabriel fa gli straordinari e scaccia ogni paura. Paura per Verre, al 2’, che becca un colpo ed è costretto a ricevere le cure dei sanitari. Al 10’ ottimo contropiede degli ospiti, fermato sul finire a causa della posizione irregolare di Vido. Al 13’, il colpo di testa di un giocatore beneventano sibila a lato della porta perugina. Al quarto d’ora, Kingsley – servito da Verre – sciupa in modo clamoroso un gol a porta vuota. Doppio intervento provvidenziale dell’estremo biancorosso: il primo al 25’ su una punizione calciata dall’ex Bandinelli e successivamente su un’incornata di Asencio. Al 31’ Falasco commette fallo e viene punito ingiustamente dall’arbitro col cartellino rosso, lasciando così i suoi in 10. Al 40’ altra palla gol fallita clamorosamente dal Grifo: Melchiorri è faccia a faccia con Montipò e manda in fumo l’occasione. I sanniti non mollano la presa e non danno un attimo di pace alla difesa degli umbri. Pochi secondi dalla fine del tempo regolamentare e i locali siglano la rete della vittoria. Bandinelli fa partire il fendente, Gabriel ci arriva ma non basta. Nei 5’ di recupero successivi nessuna reazione da parte del Perugia. E’ il Benevento a trionfare: al Vigorito termina 2-1.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere

Prossimo