CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Perugia, maxioperazione della Polizia: smantellata rete di spacciatori nelle discoteche. Nove indagati e due arresti

EVIDENZA Perugia Cronaca e Attualità Extra

Perugia, maxioperazione della Polizia: smantellata rete di spacciatori nelle discoteche. Nove indagati e due arresti

Redazione
Condividi

L'interno di una discoteca

PERUGIA – La polizia ha concluso, a Perugia, un’ operazione antidroga, eseguendo tre misure cautelari (due arresti e un obbligo di presentazione) e nove perquisizioni domiciliari nei confronti di un presunto gruppo criminale composto da italiani, un brasiliano e un bulgaro, dediti allo spaccio di cocaina e hascisc nelle discoteche e nei locali notturni della zona.

Analisi L’ operazione deriva dalla precedente operazione “Regalo di Natale”, del 2017, che aveva portato a nove arresti per traffico internazionale di droga e reati contro il patrimonio. Da analisi informatiche disposte dalla procura a carico del principale indagato è poi originato il nuovo procedimento. Principale protagonista è ritenuto un brasiliano 27enne, già arrestato nell’ ambito dell’ operazione Regalo di Natale, il quale, anche avvalendosi di un perugino 33enne ben introdotto nel settore delle discoteche, acquistava droga da un bulgaro 32enne e riforniva con continuità la piazza perugina di stupefacenti. L’ attività investigativa – sempre secondo quanto riferisce la questura – avrebbe fatto anche emergere una serie di condotte minatorie ed estorsive da parte del brasiliano sia nei confronti di acquirenti che tardavano a versargli quanto dovuto, sia nei confronti di altre persone affinché non rivelassero quanto sapevano in merito ai suoi traffici illeciti.

Misure All’esito dell’attività investigativa, il gip presso il tribunale di Perugia ha disposto su richiesta del pubblico ministero l’ applicazione della custodia cautelare in carcere nei confronti del brasiliano e del bulgaro e della misura cautelare dell’ obbligo di presentazione quotidiana alla polizia giudiziaria nei confronti del 33enne perugino. Oltre alle tre misure cautelari sono state eseguite anche nove perquisizioni domiciliari, nei confronti dei tre sottoposti alle misure e di ulteriori sei indagati in stato di libertà, con il sequestro di 10 grammi di marijuana e di documentazione ritenuta utile alle indagini.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere