CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Perugia, lo Sbaracco spegne dieci candeline: oltre 90 attività coinvolte

Perugia Cronaca e Attualità Città

Perugia, lo Sbaracco spegne dieci candeline: oltre 90 attività coinvolte

Redazione
Condividi

Sergio Mercuri e Cristiana Casaioli

PERUGIA – Il centro storico di Perugia si prepara di nuovo a fare festa con la decima edizione dello Sbaracco. Decine di caratteristiche bancarelle in legno con le tende in tessuto a strisce animeranno le vie e le piazze dell’acropoli nelle giornate di venerdì 22 e sabato 23 febbraio, dalle 10 alle 20: i commercianti esporranno infatti le proprie merci fuori dai loro negozi e per turisti e cittadini sarà l’occasione per trovare prodotti e accessori di alta qualità a prezzi convenienti e allo stesso tempo per fare una passeggiata in centro e godere delle sue bellezze. Un modo originale per stare insieme e vivere l’antico cuore di Perugia.

Oltre 90 attività coinvolte L’evento è stato presentato lunedì 18 febbraio nella sala della Vaccara di palazzo dei Priori da Sergio Mercuri, presidente del Consorzio Perugia in centro che promuove l’iniziativa, e Cristiana Casaioli, assessore a commercio, artigianato e mobilità del Comune che invece lo patrocina. Lo Sbaracco coinvolgerà circa 90 attività commerciali con proposte di differenti categorie merceologiche (abbigliamento, calzature, artigianato, beni per la persona, articoli per la casa, prodotti officinali erboristici e di profumeria, gioielli, giocattoli, prodotti enogastronomici e occhiali) da corso Vannucci a via Maestà delle volte, da via dei Priori a via Oberdan, da corso Cavour a via Marconi fino a viale Indipendenza.

Momento particolare “Lo Sbaracco – ha commentato il presidente Mercuri – è un momento particolare per la città e per i commercianti. Dopo le festività natalizie è un’altra occasione per portare la gente in centro. Vogliamo che lo Sbaracco rappresenti ancora una volta per le famiglie la possibilità di acquistare qualcosa in più e allo stesso tempo per i commercianti di vendere”. “Spero che la gente venga in centro tutti i giorni ma 22 e 23 febbraio in modo particolare – ha proseguito Mercuri – per questa occasione di festa. In quest’ultimo periodo ho visto i giovani in centro storico e questo è molto bello, ma vorrei che accadesse ancora di più”. Lo Sbaracco dunque si conferma un’esperienza positiva, da qui l’idea di ampliare l’evento. “Mi piacerebbe – ha concluso Mercuri – lanciare l’idea di portare lo Sbaracco anche nei rioni entro le mura perché sarebbe importante per tanti commercianti e un modo per riscoprire Perugia”.

Soddisfazione “Sono molto soddisfatta di come si è evoluto in questi anni lo Sbaracco – ha sottolineato l’assessore Casaioli – una manifestazione in cui ho creduto subito come occasione di rivitalizzazione del centro storico. In questi anni la manifestazione è cresciuta costantemente, abbiamo iniziato con 50 negozi, oggi siamo a 90 e mi piace l’idea di aprire ai Rioni del centro. Ritengo che la manifestazione abbia raggiunto il suo obiettivo di portare gente in centro attraverso lo strumento del saldo. Ormai è diventato un appuntamento fisso, molto atteso dai perugini”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere