CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Perugia, spacciatore le prova tutte ma alla fine viene rimpatriato

Politica

Perugia, spacciatore le prova tutte ma alla fine viene rimpatriato

Redazione
Condividi

Il rimpatrio effettuato dalla Polizia

PERUGIA – Ha fatto di tutto, pur di non essere rimpatriato, persino un tentativo di fuga per le vie di Roma, un tunisino di 42 anni che ieri mattina la polizia ha prelevato appena uscito dal carcere di Capanne, dove aveva finito di scontare una condanna riferita all’attività di spaccio di droga che, dal 2003, aveva messo in atto (venendo per questo arrestato più volte) nella zona dei ‘Ponti’, alla periferia di Perugia. Il maghrebino – riferisce oggi la questura – in passato più volte si era opposto alla sua espulsione: così ieri, per eseguire il provvedimento, sono stati previsti poliziotti di scorta sino in aeroporto e altri a bordo dell’aereo fino in Tunisia. Il tentativo di fuga è stato messo in atto dal tunisino all’uscita del consolato del suo paese, nella Capitale: una volta salito in auto, ha finto un malessere, costringendo gli agenti a fermare la macchina, da cui è sceso cominciando a correre. Gli agenti, dopo circa 500 metri lo hanno raggiunto e bloccato: a questo punto ha tentato di ferirli, per farsi arrestare e ritornare in carcere, ma anche questo tentativo è andato a vuoto. Lo hanno quindi accompagnato all’aeroporto e consegnato a chi lo ha scortato sino a destinazione: in serata è stato preso in consegna dalla polizia tunisina.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere