CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Perugia, la ‘Settimana della scuola’ inserita nella visita pastorale del cardinal Bassetti

Perugia Cronaca e Attualità Extra Città

Perugia, la ‘Settimana della scuola’ inserita nella visita pastorale del cardinal Bassetti

Redazione
Condividi

PERUGIA – Dal 6 all’11 marzo, a Perugia si terrà la “Settimana della Scuola”, inserita nella visita pastorale del cardinale Gualtiero Bassetti alle comunità parrocchiali delle Unità pastorali della città. Promossa dall’Ufficio diocesano per l’educazione e la scuola e dal Servizio diocesano per l’insegnamento della religione cattolica, quest’iniziativa «è un’opportunità per vivere un momento fecondo di confronto con il mondo della Scuola – spiega il vescovo ausiliare monsignor Paolo Giulietti, coordinatore della Visita pastorale – in modo da approfondire le problematiche e avviare possibili collaborazioni tra Chiesa e Istituzione scolastica».

Incontri con studenti, docenti e genitori Sarà una settimana nutrita di appuntamenti con incontri dedicati alle componenti vitali del mondo scolastico: studenti, docenti e genitori. In particolare, il cardinale e i suoi collaboratori incontreranno, annuncia mons. Giulietti, «le rappresentanze studentesche, dei docenti e dei genitori presso i Consigli di Istituto. Ci saranno un incontro ristretto con i dirigenti scolastici e dei momenti aperti a tutti come il convegno “Educazione e Scuola” e la rassegna-concorso di cori scolastici. La “Settimana della Scuola” si concluderà con la celebrazione eucaristica presieduta dal cardinale Bassetti nella chiesa parrocchiale di Santa Lucia». Ma «la novità di questa “Settimana” – evidenzia il presule – sono i diversi luoghi di confronto approfondito tra vescovo diocesano e mondo della Scuola, dove sarà possibile ascoltare chi ha qualcosa da dire sulla Scuola, soprattutto a proposito del suo ruolo centrale in ambito educativo».

No a una scuola ‘sola’ «Anche se dentro la Scuola ci sono difficoltà da questo punto di vista – precisa mons. Giulietti –, perché l’orientamento ai valori e al senso della di vita diventa più complicato da proporre, nella situazione di pluralismo e relativismo in cui siamo immersi. La Scuola fatica ad educare, se lasciata sola; per questo c’è bisogno di una “alleanza” con le famiglie, le parrocchie e le realtà associative del territorio. Attraverso la “Settimana della Scuola” la Chiesa perugina dà la sua disponibilità a sostenerne la funzione educativa e, nel contempo, intende manifestare il proprio desiderio di relazionarsi con essa per riuscire a raggiungere le finalità educative che le sono proprie. Oggi si educano i giovani se insieme si fanno progetti con loro e per loro. Nessuna agenzia educativa può fronteggiare da sola la forza della cultura mediatica, sempre più efficace nel determinare mentalità e scelte delle nuove generazioni».

Desiderio di incontro Nel presentare l’evento della “Settimana della Scuola” il vescovo ausiliare coglie l’occasione per tracciare un provvisorio, ma significativo “bilancio” della Visita pastorale del cardinale Bassetti (avviata nel 2014) per ciò che attiene all’incontro con il mondo della Scuola, sottolineando che non si è mai registrato un episodio di “chiusura” nei confronti della Chiesa. «Abbiamo trovato solo “porte aperte” e grande desiderio di incontro. Le scuole hanno spesso insistito per essere visitate dal cardinale e questo ha creato anche qualche problema, perché in alcune Unità pastorali gli Istituti scolastici sono numerosi e il cardinale si è sottoposto a un impegnativo “tour de force”». Tantissimi sono stati gli incontri del cardinale Bassetti con gli studenti che l’hanno riempito di gioia. Particolarmente toccanti quelli con gli alunni delle scuole elementari e medie, che hanno consegnato al loro «carissimo don Gualtiero» lettere e messaggi di benvenuto. «Uno dei motivi per i quali a Perugia città è stata promossa la “Settimana della Scuola” – evidenzia il vescovo ausiliare – è stato quello di evitare al cardinale di andare in tutte le scuole, cosa peraltro difficilissima da gestire, visto il numero degli istituti. Per questo si è inteso concentrare in una settimana il rapporto con il mondo della Scuola offrendo occasioni di approfondito dialogo e di dibattito, che spesso nelle visite ordinarie vengono purtroppo a mancare. Da parte della Scuola è stato manifestato un grande desiderio di incontro – conclude mons. Giulietti –, ma esso non si può limitare a bei momenti di cordialità, ma deve svilupparsi in collaborazione fattiva e costante».

Il programma La “Settimana della Scuola” proporrà lunedì 6 marzo (ore 16.30-18.30) il convegno dal titolo: “Educazione e scuola”, presso la sala “San Giovanni Paolo II”  della Parrocchia dell’Oasi di Sant’Antonio. Interverranno il cardinale Gualtiero Bassetti e il prof. Giuseppe Mari, ordinario di pedagogia presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore. Seguirà l’incontro con i dirigenti scolastici degli Istituti scolastici statali e paritari del perugino, all’Hotel Sacro Cuore. Martedì 7 marzo (ore 18) si svolgerà l’incontro con i genitori rappresentanti nei Consigli di Circolo e di Istituto, nell’aula magna dell’Istituto Comprensivo “Perugia 5” (via Chiusi). Mercoledì 8 marzo (ore 9.30-13) il cardinale Bassetti visiterà due realtà scolastiche: la scuola per l’infanzia “Alfa Beta Gamma” (Istituto Comprensivo “Perugia 1”) in Ponte d’Oddi e la scuola media “San Paolo” (Istituto Comprensivo “Perugia 3”) in viale Roma. Giovedì 9 marzo (ore 15.30), nell’aula magna dell’ITC “Capitini”, si terrà l’incontro con le rappresentanze studentesche; sono invitati la Consulta provinciale degli studenti e i rappresentanti nei Consigli di Istituto. Venerdì 10 marzo (ore 8.30-13) il cardinale Bassetti visiterà la scuola elementare “Lucio Lombardo Radici” (Istituto Comprensivo “Perugia 4”), in via Leonardo Da Vinci, e il Liceo Ginnasio “Mariotti”, in piazza San Paolo. Nel pomeriggio-serata (ore 18-20 e ore 20.30-23), presso il Centro Congressi “Capitini” in Perugia, si svolgerà la rassegna-concorso diocesano delle corali scolastiche delle scuole primarie e secondarie, trasmessa in diretta da «Umbria Radio».