CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Perugia, la musica putroppo è sempre la stessa: vince l’Empoli 2-1

Perugia Extra EVIDENZA2 Città

Perugia, la musica putroppo è sempre la stessa: vince l’Empoli 2-1

Alessandro Minestrini
Condividi

Samuel Di Carmine (foto Roberto Settonce)

EMPOLI-PERUGIA 2-1

EMPOLI (4-3-1-2): Terracciano, Di Lorenzo, Veseli, Maietta, Pasqual (42′ st Imperiale), Bennacer, Castagnetti, Krunic (23′ st Brighi), Zajc (35′ st Polvani), Donnarumma, Caputo. A disp.: Giacomel, Vasconcelos, Piu, Luperto, Traore, Mchedlidze, Lollo, Ninkovic, Untersee. All. Andreazzoli

PERUGIA (3-5-2): Leali, Belmonte, Volta, Magnani, Zanon (33′ st Terrani), Colombatto, Bianco (37′ st Kouan), Pajac, Buonaiuto (43′ st Gustafson), Cerri, Di Carmine. A disp.: Santopadre, Nocchi, Gonzalez, Achy, Ranocchia, Del Prete, Diamanti, Germoni. All. Nesta

ARBITRO: Martinelli della sezione di Roma 2 (Bellutti – De Troia)

RETI: 2′ pt Di Carmine, 42′ Pasqual, 18′ st Donnarumma

NOTE: Ammonito Zanon, Belmonte

EMPOLI – Cambia il direttore d’orchestra, con la musica però che al posto di migliorare diventa più stonata di prima. Nella prima di Alessandro Nesta con la bacchetta sul podio del Grifo, lo scossone tanto atteso non è arrivato e i tre punti sono stati incassati dall’Empoli, già promosso in Serie A da alcune settimane. Colpi di scena, esoneri improvvisi, presentazioni con toni altisonanti e promesse azzardate. Tutto questo in una sola settimana. I risultati rimangono gli stessi, se non peggiori. L’anteprima dei playoff non è stato niente di buono. Speriamo di sbagliarci contro il Venezia.

Primo tempo Pronti, via e il Perugia va subito in rete. E’ il 2′ quando Di Carmine firma il gol del vantaggio biancorosso. Assist di Pajac per Cerri. Il gigante prova il tiro. Serie di rimpalli e il bomber si avventa sul pallone centrando l’obiettivo. Al 13′ risponde l’Empoli. Su calcio d’angolo Di Lorenzo incorna mandando la palla fuori di un soffio. Al 21′ sono ancora i padroni di casa a essere pericolosi. Bella conclusione di Zajc, con Leali che evita l’1-1. Al 22′ lancio lungo per Di Carmine intercettato in uscita da Terracciano. Al 24′ Pajac calcia da posizione defilata e l’estremo dei toscani allontana coi pugni. Al 28′ è ancora il croato a sfiorare il raddoppio. Il fendente è troppo storto e Di Carmine non riesce ad arpionare il pallone. Su punizione, al 31′, prima Pasqual colpisce la traversa, poi Caputo di testa manda alle stelle la sfera. Al 35′ giallo per Zanon. Al 38′ Leali sbaglia tutto, ma Donnarumma non trasforma il gol la grande occasione. Al 39′ tocca di mano di Caputo, che mette insacca. La realizzazione viene quindi annullata. L’Empoli, comunque, riesce a trovare l’1-1 al 42′. Tiro cross di Pasqual, Leali si fa ingannare dalla traiettoria ed è pareggio.

Secondo tempo Le compagini tornano in campo e l’Empoli va vicinissimo al raddoppio al 3′ con una incornata di Donnarumma che scivola a fianco della porta perugina. Stessa sorte per un tiro al volo di Caputo al 6′. Al 9′ tiro a giro di Di Carmine su assist di Cerri. Il tutto si conclude con un nulla di fatto. Al 12′ una sferzata di Zajc viene disinnescata da Leali. Al 16′ scatto di Di Carmine, con Terracciano che salva il risultato di testa. Al 18′ il 2-1 per i padroni di casa diventa realtà. Donnarumma in posizione molto avanzata si fa beffe del portiere degli umbri e firma il gol del vantaggio. Al 23′ viene ammonito Belmonte. Al 24′ lascia il campo Krunic ed entra l’ex grifone Brighi. Cambio anche sulla panchina del Perugia, al 33′, con Terrani per Zanon. Il Grifo appare svogliato, mentre l’Empoli è più pimpante e fa valere la propria energia sul rettangolo verde. Secondo cambio per i toscani al 35′: esce Zajc ed entra Polvani. Poco dopo, Nesta richiama Bianco che passa il testimone a Kouan. Al 41′ Colombatto sperpera una punizione buttando la palla addosso alla barriera. Ultimo sostituzioni Empoli al 43′: fuori Pasqual e dentro Imperiale. Al 45′ ancora l’italo-argentino sciupa la chance che poteva regalare il pareggio alla squadra ospite. Al 49′ il direttore di gara sancisce la fine dell’incontro.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere

Prossimo