CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Perugia, la difesa balla, ma per fortuna c’è Iemmello: con l’Ascoli finisce pari

Calcio EVIDENZA Sport Extra

Perugia, la difesa balla, ma per fortuna c’è Iemmello: con l’Ascoli finisce pari

Redazione sportiva
Condividi

PERUGIA (4-3-1-2): Vicario; Rosi, Falasco, Sgarbi, Di Chiara; Falzerano, Carraro, Dragomir (34’st Nicolussi Caviglia); Buonaiuto (30’stFernandes); Falcinelli, Iemmello. A disp.: Fulignati, Albertoni, Nzita, Rodin, Mazzocchi,, Ndir, Konate, Balic,  Melchiorri, Capone. All.: Oddo
ASCOLI (4-3-1-2): Leali; Pucino, Brosco, Gravillon, Padoin; Cavion, Troiano (43’st Petrucci), Piccinocchi (34’st Ninkovic); Brlek; Scamacca, Ardemagni (25’stRosseti) A disp.: Lanni, Ferigra, Andreoni, Laverone, Valentini, D’Elia, Gerbo, Beretta, Chajia All.: Zanetti
ARBITRO: Ros di Pordenone (assistenti Capone-Affatato IV Uomo Meraviglia)
MAARCATORI:33′ Scamacca. 51′ rig. Iemmello
NOTE: ammoniti Fernandes (P.), Sgarbi (P.), Rosi (P.), Falcinelli (P.) 1′ recupero p.t. 4′ recupero s.t

Primo tempo. Bianconeri subito arrembanti nel primo tempo, vanno vicini al gol al minuto 25: Cavion pennella dalla destra, Ardemagni anticipa Sgarbi e schiaccia di testa, con Vicario che ci arriva bene. Ancora Ascoli pericoloso  su punizione al 28′, poi alla mezzora Iemmello centra un palo di testa anticipando Ardemagni sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Vantaggio ascolano al 32′: Falasco stoppa e cerca di toccare all’indietro la sfera, ma la colpisce troppo piano. Errore clamoroso del difensore biancorosso. L’attaccante dell’Ascoli ringrazia, cavalca verso Vicario e porta in vantaggio gli ospiti.

Buona la reazione del Perugia: al 36′ Buonaiuto passa in mezzo a tre difensori avversari e scarica una fucilata rasoterra, che termina oltre il palo di pochissimo a portiere battuto. L’Ascoli va di nuovo vicino al gol al 40′, ma si va al riposo sul pareggio.

Secondo tempo. Si ricomincia col Perugia a caccia del pareggio, che arriva già al 6′ Cavion colpisce Carraro in area, è rigore: Iemmello tira, Leali indovina la traiettoria ma non ci arriva.  L’Ascoli reagisce: Cavion scappa dalla marcatura di Falzerano e si ritrova solo contro Vicario. Il portiere biancorosso compie una grande uscita bassa da felino, con il numero 7 dell’Ascoli che (forse non aspettandosi quella situazione) controlla male la sfera e consente la parata. Scamacca spreca un’occasione toccando con la mano, poi al 34′ occasionissima per i marchigiani: Brusco colpisce di testa, Vicario compie un miracolo. Poi lo stesso 23 colpisce il palo. Il diagonale di Nicolussi senza esito chiude il match.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere

Prossimo