CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Perugia, inaugurato il primo ‘Baby pit stop’ nella farmacia di via della Pallotta

Perugia Cronaca e Attualità

Perugia, inaugurato il primo ‘Baby pit stop’ nella farmacia di via della Pallotta

Redazione
Condividi

Un momento dell'inaugurazione

PERUGIA – E’ stato inaugurato questa mattina, presso la farmacia Afas di via della Pallotta, il primo ‘Baby pit stop’, un’area di sosta dove i genitori potranno allattare e cambiare i propri bimbi. L’iniziativa, è stata realizzata da Afas in collaborazione con BCC Umbria-Credito Cooperativo, Comune di Perugia e Unicef.

Taglio del nastro All’interno della farmacia Afas, è stato creato un ambiente accogliente e riservato dove i genitori, se necessario, potranno prendersi cura dei loro bambini. La possibilità di utilizzare lo spazio è totalmente gratuita e gli utenti, dunque, non dovranno necessariamente acquistare alcunché presso la farmacia. All’incontro di oggi hanno partecipato, tra gli altri, gli assessori Prisco e Cicchi, il presidente Varasano, le consigliere Pastorelli e Pittola, il consigliere regionale Squarta, i vertici di Afas, della BCC Umbria e di Unicef Umbria.

Novità «Afas – ha detto il Direttore Raimondo Cerquiglini – inaugura oggi un fiore all’occhiello di quella che rappresenta la sua anima sociale. Il fatto che tante istituzioni abbiano contributo al progetto conferma come la rete sia fondamentale per creare servizi». La consigliera Afas Annalisa Mierla ha evidenziato che la novità di questo Baby pit stop è che, per la prima volta, è stato realizzato in una farmacia. Si tratta di una scelta fondamentale perché la presenza del farmacista, figura altamente professionale, consentirà alle mamme e ai papà di avere un’assistenza costante. Per Unicef ha partecipato all’incontro la presidente provinciale di Perugia Catarinelli. «Unicef – ha detto – vuole potenziare questo sistema in tutta l’Umbria, con l’obiettivo di creare delle comunità coese in grado, a loro volta, di sostenere i giovani».

Il Comune A tagliare il nastro, in rappresentanza dell’Amministrazione comunale, è stato l’assessore Edi Cicchi. «Quest’inaugurazione – ha commentato – rappresenta un cambio di passo sotto il profilo culturale in un momento storico molto complesso». L’assessore ha ricordato che la proposta del baby pit stop nasce da un odg presentato dal gruppo di Fdi, che poi l’Amministrazione ha accolto volentieri con l’obiettivo di sostenere la famiglie e le donne in particolare, fornendo loro servizi qualificati. Soddisfazione dei consiglieri Comunali di Fratelli d’Italia, Stefano Mignini, Clara Pastorelli e Lorena Pittola al taglio del nastro di questo «luogo di attenzione» dedicato ai più piccoli presso la farmacia del quartiere della Pallotta, zona scelta come punto strategico.