CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Perugia in lutto, è morto Luciano Gaucci, il presidente che ha fatto la storia recente del Grifo

Calcio EVIDENZA Perugia Sport Extra

Perugia in lutto, è morto Luciano Gaucci, il presidente che ha fatto la storia recente del Grifo

Redazione sportiva
Condividi
Luciano Gaucci
Luciano Gaucci

PERUGIA – Calcio umbro e italiano in lutto: è morto nella sua casa di Santo Domingo, dove si era rifugiato dopo il fallimento del club nel 2005,  a 81 anni Luciano Gaucci, lo storico patron che ha riportato il Perugia in serie A. Sotto la sua presidenza il Grifo ha vissuto gli anni d’oro recenti del calcio biancorosso, con una vittoria anche nella Coppa Intertoto ed il ritorno nin Europa League. Era da tempo malato.

La storia L’imprenditore romano, per tutti ‘Uragano’ divenuto celebre per il colpaccio nell’ippica con la scoperta di Tony Bin, acquistato per 12 milioni di lire e rivenduto per 3 miliardi, rilevò la società calcistica perugina che viaggiava in acque agitatissime con la promessa di portare il Grifo in Europa. Il 7 novembre 1991 acquistò il club biancorosso e per tredici anni lo ha condotto ad enormi successi. E’ stato lui a lanciare Serse Cosmi. E fatalità del destino Gaucci scompare a una settimana dal ritorno dopo 16 anni sulla panchina del Perugia del suo pupillo Cosmi che vent’anni, a cavallo del quadriennio 2000-2004, ottenne con la squadra umbra tre salvezze in Serie A e una storica qualificazione in Coppa Uefa, grazie al successo nella Coppa Intertoto. Fu proprio Gaucci, nel 2000, a volerlo sulla panchina del Grifo: ingaggio da 150 milioni di lire. Cosmi in poco tempo si fece notare per i risultati ma anche per un look ricercato, stile che comprendeva giacche e jeans oltre all’immancabile cappellino.

Aneddoti Come dimenticare poi la storica imitazione a Mai dire gol con il tormentone “Materazzi… Ti spacco una gamba”. Nel Perugia di Gaucci, nella magnifica stagione in serie A, hanno giocato molti calciatori importanti. A partire dai campioni del mondo 2006 Marco Materazzi e Fabio Grosso: il primo ha fatto registrare 108 presenze e 22 gol, mentre l’ altro, convertito da Serse Cosmi da trequartista a terzino, disputo’ 91 presenze con 7 gol. Con Cosmi ha giocata anche Fabio Gatti (come dimenticare la sua maglia numero 44): 109 presenze complessive con i biancorossi. Dopo essere stato direttore tecnico di Verona, Carpi e Bari, oggi Gatti e’ capo osservatore del Padova. Altro centrocampista di quel Perugia e’ Obodo: classe 1984, attualmente e’ svincolato. Passiamo all’ attacco: Saadi Gheddafi, l’ex calciatore libico, figlio di Muammar e attualmente prigioniero della milizia islamica in Libia, non e’ mai stato un campione, ma Cosmi lo fece giocare in Serie A (una sola volta contro la Juventus). Chi invece gioco’ molto di piu’ fu Zisis Vryzas: il miglior marcatore del Perugia di Cosmi (28 gol in tre stagioni). Come non citare poi Ahn Jung-Hwan, il giustiziere dell’ Italia ai Mondiali del 2002, gol che sanci’ la rottura con l’infuriato Gaucci e l’addio alla Serie A dopo 5 gol in 34 presenze. Infine Fabrizio Miccoli: l’ ex attaccante pugliese a Perugia si consacro’ e lancio’ nel grande calcio.

Il cordoglio “Sono veramente sconvolto”, poche parole quelle di Serse Cosmi, raggiunto al telefono dall’Ansa, sulla morte di Gaucci. In un messaggio su whatsapp Cosmi ha risposto manifestando il suo dolore e spiegando che preferisce per questo non commentare subito la notizia. Ma sono tanti gli attestati di stima e cordoglio. “Quando arriva la notizia della morte di Luciano Gaucci, il pensiero corre agli anni passati con lui a Perugia. Con lui ho iniziato la mia avventura nel calcio e lo debbo, come ho sempre fatto, ringraziare”, ha dichiarato Francesco Ghirelli, oggi presidente della Lega pro. Anche il sindaco Andrea Romizi e l’amministrazione comunale esprimono il più sentito cordoglio per la improvvisa scomparsa di Luciano:”Apprendiamo con dispiacere la notizia della scomparsa di Luciano Gaucci a cui è legata una parte importantissima della storia del Perugia Calcio, una storia che si intreccia con la vicenda complessiva della città di Perugia. A Luciano Gucci – sottolinea la nota del Comune – sono legati fatti e ricordi significativi, nonché risultati sportivi importantissimi. Con la sua presidenza ha risollevato le sorti calcistiche del Perugia portandolo a traguardi di grande rilievo, la semifinale di Coppa Italia, la partecipazione alla Coppa Uefa e la vittoria della Coppa Intertoto. Il suo ricordo resterà immortale nella memoria dei perugini e dei tifosi del Perugia Calcio. Ci stringiamo con affetto attorno ai figli Alessandro e Riccardo ed a tutta la famiglia Gaucci per la scomparsa di un personaggio che tanto ha dato alla nostra città”. “Non ti sarò mai grato abbastanza, a te e alla tua famiglia. Grazie di tutto. Dopo di te il nulla a Perugia”: è il ricordo, via social, di Marco Materazzi alla notizia della scomparsa di Luciano Gaucci, suoi ex presidente ai tempi del Perugia. “Il Presidente Massimiliano Santopadre e tutto l’A.C. Perugia Calcio partecipano al cordoglio della famiglia Gaucci per la scomparsa di Luciano e si uniscono al dolore dei suoi cari”. Così in una nota sul proprio sito internet e sui social, il Perugia piange la scomparsa di Luciano Gaucci. “Unico nel suo genere, appassionatissimo di calcio – si legge nella nota – è stato uno dei personaggi più noti del panorama calcistico di quel periodo. Grande protagonista della storia del Club e del calcio italiano. La sua visione, il suo coraggio, il suo carisma resteranno per sempre impressi nel cuore dei tifosi biancorossi e della nostra gloriosa società. Ciao Luciano”. “E’ una notizia triste, perdo un amico con il quale ho fatto affari, come acquisti o cessioni di calciatori e avuto qualche discussione, come nella famosa sconfitta della Juventus a Perugia nel 2000 che ci costò lo scudetto, ma sempre con grande rispetto e stima reciproche”. L’ex direttore della Juventus, Luciano Moggi ricorda così all’Adnkronos Luciano Gaucci.

Il cordoglio della Ternana. Anche la Ternana Calcio attraverso il patron Bandecchi esprime le sue condoglianze: ““Il presidente, il vice presidente e la Ternana Calcio tutta esprimono le loro più sentite condoglianze alla famiglia Gaucci e ricordano con stima il momento storico passato dal Perugia Calcio nell’era della sua presidenza; momento importante per la città di Perugia e per l’Umbria tutta. Pur nella grande rivalità che contraddistingue le due Società riconosciamo i meriti sportivi che il Perugia Calcio ha avuto grazie a Luciano Gaucci“.

(Servizio in aggiornamento)

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere