CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Perugia, in centro, per bar e ristoranti tavolini all’aperto anche d’inverno

Perugia Cronaca e Attualità

Perugia, in centro, per bar e ristoranti tavolini all’aperto anche d’inverno

Redazione
Condividi

Il centro storico

PERUGIA – La giunta comunale, su proposta dell’assessore Cristiana Casaioli, ha dato il via libera al nuovo regolamento per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche del centro storico per ristoro all’aperto (dehors) e per l’utilizzo dell’immagine della città di Perugia.

Incentivare “Le modifiche al regolamento originario, approvato nel 2011, – ha sottolineato l’assessore – sono state apportate dopo una attenta valutazione della situazione esistente, per pianificare una nuova occupazione del suolo pubblico, in grado di contemperare le esigenze degli operatori commerciali e quella della città di avere un centro storico sempre più bello e attrattivo. L’aver previsto la possibilità di istallare durante il periodo invernale dehors chiusi permette di vivere meglio il centro anche nei periodi più freddi. Con le modifiche al regolamento – ha concluso l’assessore – si è voluto anche incentivare la promozione delle attività commerciali del centro, dando loro la possibilità di fare un evento all’anno, senza il pagamento dell’indennità dell’immagine della città, per pubblicizzare il proprio negozio”.

Le novità Una differenziazione è stata introdotta tra i pubblici esercizi che hanno affaccio diretto sull’area di occupazione e quelli che si trovano nel vicoli che la richiedono nelle arterie principali. Questi ultimi potranno farlo solo se impossibilitati a occupare nelle vicinanze del proprio locale; inoltre la superficie massima concedibile è di 60mq per dehors prospicienti il tratto di facciata interessato dall’attività commerciale e di 40mq per i dehors delle attività ubicate nei vicoli, mentre i metri lineari dell’area di occupazione non possono superare il fronte del pubblico esercizio qualora lo stesso sia adiacente ad altri.

Decoro Consentiti poi ‘piccoli intrattenimenti musicali’, mentre sono vietati apparecchi per il gioco come le slot. Per garantire un maggiore decoro, non si potranno più lasciare accatastati tavoli, ombrelli e sedie per giorni durante i periodi di chiusura; tutto andrà sistemato in altri spazi a cura degli esercenti. Solo se tra la chiusura e l’apertura del locale corrono meno di 12 ore, e comunque non oltre le 10 del mattino, si potranno lasciare tavoli, sedie e ombrelloni chiusi e accatastati. Quanto all’esonero dal pagamento dell’indennità, sarà concessa per un evento della durata di un giorno per la promozione della propria attività, purché l’evento non sia organizzato in piazza IV Novembre.

Più attrattivo Infine è stata modificata la planimetria allegata al regolamento sia per quanto riguarda piazza Matteotti in ragione dei lavori di ampliamento della piazza, sia per corso Vannucci, tenendo conto di una distribuzione più razionale dello spazio.

 

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere