CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Perugia, il vicesindaco Tuteri organizza tamponi per il Covid

Cronaca e Attualità

Perugia, il vicesindaco Tuteri organizza tamponi per il Covid

Redazione
Condividi

PERUGIA – Genitori allarmati per i troppi casi di coronavirus hanno deciso da giorni di non mandare i figli a scuola e il vice sindaco di Perugia e pediatra, Gianluca Tuteri, per tranquillizzarli, scende in campo in prima persona per sottoporre al tampone a oltre ottanta tra bambini e insegnanti, organizzando di domenica mattina un drive-in in paese. Accade a Mugnano, una piccola frazione del capoluogo umbro, dove negli ultimi giorni è stato registrato un aumento di casi di positività al Covid.

Il quadro In particolare alla scuola elementare, su 107 studenti, dal 17 ottobre ad oggi, sono risultati 19 bambini colpiti dall’infezione, oltre a sei insegnanti e un operatore scolastico. Risultati positivi anche 8 familiari. Situazione che ha creato non poco allarme tra le famiglie della comunità di Mugnano che, per paura di un focolaio, si rifiutano da giorni di rimandare i figli in classe. Quindi il coinvolgimento dell’amministrazione comunale di Perugia e l’incontro in video chat, tra circa 150 famiglie e il vicesindaco del capoluogo umbro e assessore alla scuola Tuteri.

Genitori “I genitori della scuola elementare – ha spiegato  Tuteri – non mandavano i propri figli a scuola, nonostante non fossero sottoposti a quarantena e non fossero positivi. Una situazione che, nonostante le rassicurazioni, non c’era modo di sbloccare, benché la preside si fosse impegnata a fare una disinfezione generale della struttura”. E’ a questo punto che il vicesindaco e pediatra, per rassicurare le famiglie, si è impegnato a farsi carico personalmente, gratuitamente, degli oltre 80 tamponi che questa mattina, in modalità drive-in, sono stati fatti grazie anche ad uno spazio e a dei gazebo messi a disposizione dalla proloco del paese. Una operazione durata tutta la mattinata, in totale sicurezza e con orari scaglionati, grazie anche all’aiuto della collega pediatra Claudia Soldani

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere