CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Perugia, i terremoti dell’Appennino raccontati da Emiliano Dante

Eventi Perugia Cinema Cultura e Spettacolo Extra Città

Perugia, i terremoti dell’Appennino raccontati da Emiliano Dante

Redazione cultura
Condividi

foto ufficio stampa PostModernissimo

PERUGIA – Al via domani (12 febbraio) al PostModernissimo di perugia la presentazione del docufilm “Appennino” di Emiliano Dante, presentato in concorso nella cornice di Italiana.doc a Torino 2017. L’appuntamento, che vedrà la presenza del regista in sala, sarà occasione per tornare a parlare di ciò che il terremoto ha causato al Centro Italia.

Un diario cinematografico girato tra l’agosto del 2016 e l’estate dell’anno successivo, in cui si passa dalla lentissima ricostruzione de L’Aquila, città dove il regista vive, al terremoto di Amatrice e Arquata del Tronto, alla vita in albergo dopo i terremoti di Norcia e di Montereale-Campotosto. Un percorso intimo e ironico, lirico e geometrico, dove il racconto della vita in un’area sismica diviene lo strumento per riflettere sul senso stesso del fare cinema. Un lavoro iniziato nel 2009 dopo il forte sisma che ha colpito L’Aquila con i due film “Into the Blue” e “Habitat”; la terza opera voleva condurre verso una riflessione sull’evoluzione di questa “ricostruzione sociale” ma, a causa del terremoto che colpisce il centro Italia subito dopo l’inizio delle riprese, il film è ripartito da zero. Torna la precarietà, le tende, tornano soprattutto le relazioni umane che si sfaldano e si ricostruiscono, torna la vorticosa alternanza fra la frustrazione per quanto si è perso e l’euforia per i nuovi progetti. I terremoti dell’Italia centrale condannano chi li subisce a operare una inesausta rimessa in forma di architetture, esistenze e immagini. “Appennino” appare come una riflessione sullo scorrere del tempo e sulla sua natura circolare: quello che sto vedendo è il passato, il presente o il futuro? Dante non nasconde agli spettatori i dubbi che lo assalgono sul senso da dare alle immagini che sta girando, così il vero senso del film va al di là del mostrato e del narrato, ben oltre il terremoto.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere