CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Perugia, grande attesa in casa Urban per la performance di Mecna

Eventi Perugia Cultura e Spettacolo Città

Perugia, grande attesa in casa Urban per la performance di Mecna

Redazione cultura
Condividi

PERUGIA – Doppio appuntamento con il live music dell’Urban Club di Perugia in questa seconda settimana di apertura della stagione invernale. Venerdì 5 ottobre torna “80’s VS 90’s” che vedrà impegnati un palco e due consolle nel ripercorrere il meglio (e non solo) degli anni Ottanta e Novanta. Quattro i dj che si alterneranno in una sfida senza esclusione di colpi. Sabato 6 ottobre primo grande evento della stagione: sul palco dell’Urban arriva Mecna, classe 1987, una delle voci più importanti della scena rap italiana, capace di raccontarsi in modo intimo e personale attraverso produzioni raffinate, caratterizzate da tappeti elettronici e atmosfere soffuse che unite alla liriche autobiografiche ma mai autoreferenziali creano uno stile inedito e inconfondibile. Mecna è stato la rivelazione della stagione 2012/2013. Il suo album d’esordio “Disco Inverno” (Macro Beats/Audioglobe) ha conquistato subito i media specializzati, il pubblico hip hop e tutta la scena indipendente italiana, portando il rapper foggiano in un lunghissimo tour che ha toccato più volte ogni regione d’Italia, fino ad esibizioni su palchi importanti come quello dell’Hip Hop TV B-Day al Mediolanum Forum di Milano (sia nel 2012 che nel 2013) e del Miami Festival. Nell’aprile 2013 esce “Disco Inverno – Rare & Unreleased” (Macro Beats/Audioglobe), uno spin-off del fortunatissimo “Disco Inverno” che ha riportato Mecna ancora in tour. Nel settembre 2013 il MEI, Meeting delle Etichette Indipendenti, ha voluto premiare Mecna con la Targa Giovani MEI 2.0 come Miglior Solista. Ha inoltre vinto lo speciale Premio “Social”, assegnato al giovane artista che fa il miglior uso dei social network per la diffusione della propria musica. Nel gennaio 2015 esce il suo secondo album “Laska” (Macro Beats/Universal Music) che consacra definitivamente il rapper e debutta alla posizione numero 8 della classifica FIMI degli album più venduti in Italia. Il lungo tour conta quasi cinquanta date quasi tutte sold-out nei migliori club della Penisola, accompagnato da Iamseife al live programming e Alessandro Cianci ai synth, per uno show che si discosta dal classico concerto rap per avvicinarsi ad un vero e proprio live set dove le strumentali vengono costruite, dilatate e riarrangiate.

A sorpresa A gennaio 2017 pubblica a sorpresa “Lungomare Paranoia” (Macro Beats/A1 Entertainment), debuttando al nono posto della classifica FIMI dei dischi più venduti e all’ottavo posto nei vinili. “Blue Karaoke” è il quarto disco in studio di Mecna, uscito il 22 giugno 2018. “Blue Karaoke”, il quarto album di Mecna, continua la linea di rottura dagli schemi e dalle forme tradizionali del rap italiano intrapresa con il precedente e fortunato lavoro “Lungomare Paranoia”. “Blue Karaoke” è, ancora una volta, un disco imprevedibile: energico, nonostante le sfumature malinconiche delle liriche e le sonorità scure delle produzioni; multiforme, in grado di mettere insieme episodi che a tratti sembrano discostarsi dal percorso e dall’immaginario tipico dell’artista ma che condividono uno stesso mood, una stessa attitudine che fa da collante. In “Blue Karaoke” MECNA parla di amore, come in tutti i suoi dischi precendenti, catturato in tutte le sue sfaccettature con immediatezza e confidenzialità, diventati ormai un tratto riconoscibile della sua scrittura. Il disco è una raccolta di canzoni che si sviluppano su melodie semplici e lineari, come succede per i brani immortali, a cui l’artista ha cucito addosso sonorità ricercate, aprendosi a territori elettronici inesplorati per sperimentare nuove forme di scrittura e struttura. Diverse le collaborazioni all’interno dell’album, con le metriche di CoCo in “Tu ed Io”, la voce di Ghemon in “Ottobre Rosso”, una lettera aperta alla scena rap nazionale e il featuring di Fabri Fibra in “Hotel”, brano dalle sfumature buie, quasi romantiche. Continua il sodalizio artistico con LVNAR e Iamseife, che hanno curato la produzione del disco insieme a Yakamoto Kotzuga e Godblesscomputers, nomi caldi della scena elettronica italiana. In “Un drink o due” il beat è targato Big Fish, uno tra i più influenti producer e beatmakers del rap italiano. L’album è stato registrato al Macro Beats Studio, mixato e masterizzato da Gigi Barocco allo Studio 104 di Milano.

bmake

Prima di lui sul palco B-Make (Mirko Vaselli), perugino classe 1993. Il primo approccio con il rap avviene con dei pilastri del genere tra cui Bassi Maestro, Fabri Fibra ed in parte gli Articolo 31. Inizia a scrivere testi e a fare musica all’età di 14 anni, approfondendo il tutto con Seraa. In poco tempo conosce Jon-I-G & eMcee Beed ed entra a far parte dell’R.Pg Familia con la quale porta avanti dischi, mixtape e palchi importanti per la scena locale aprendo concerti ad artisti affermati del calibro di MadMan & Gemitaiz, Jesto, Ensi, OneMic e molti altri. Da subito comincia a collaborare con artisti locali; il primo progetto ufficiale fu “Classic EP”, totalmente prodotto da Lorenzo Tardioli – in arte Late’O” – con le collaborazioni di Mc Nill, Dj Cekera, Hiro, Soma, Trailer, Jon-I-G e eMcee Beed. Da lì in poi pubblica solo singoli con video fatti dal videomaker e amico d’infanzia Guglielmo Sergio affermandosi ancora più nella scena locale.

Warm-Up & Aftershow by Rollover Staff. In the mix Clayro, Aindra Hook.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere