CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Perugia, giudici accoltellati in tribunale: confermata la condanna a 12 anni

Perugia Cronaca e Attualità

Perugia, giudici accoltellati in tribunale: confermata la condanna a 12 anni

Redazione
Condividi
Il giudice Umberto Rana dopo l'aggressione
Il giudice Umberto Rana dopo l'aggressione

PERUGIA – La Cassazione rende definitiva la condanna a 12 anni di reclusione per Roberto Ferracci. Secondo i magistrati l’uomo voleva vendicarsi del giudice Francesca Altrui. Aveva premeditato con lucidità ciò che avrebbe fatto. E il suo disturbo psichiatrico, non può valergli la non imputabilità. Giudicate come “manifestamente infondate” dalla Corte di Cassazione le doglianze dell’avvocato dell’uomo che il 25 settembre 2017 accoltellò a Perugia il giudice Altrui e anche il collega, Umberto Rana, che intervenne in suo aiuto. La Cassazione rende quindi definitiva la condanna a 12 anni di reclusione. Roberto Ferracci all’epoca dei fatti era residente a Spello e aveva 53 anni.  Per la Prima sezione penale la premeditazione si legge nelle motivazioni  “si è manifestata anche con l’inseguimento della vittima in corridoio, con la reiterazione dei fendenti e con una condotta complessivamente meditata e mai frutto del caso», mentre «le ore intercorse tra l’ideazione del proposito e la sua attuazione erano state adeguate per un possibile ripensamento”. In primo e secondo grado è stato condannato a 12 anni. Ora la Cassazione conferma il verdetto.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere