CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Perugia, Giubilei rompe gli indugi: “Ridare importanza alle periferie”

Perugia Politica

Perugia, Giubilei rompe gli indugi: “Ridare importanza alle periferie”

Redazione politica
Condividi

Giuliano Giubilei (foto P. Punzi)
PERUGIA –  Una candidatura “per Perugia capoluogo di regione”, oltre gli schieramenti politici e “dall’impronta civica”, ed inoltre “dettata dall’ amore” per la sua città: Giuliano Giubilei ha sciolto la riserva e ora è ufficialmente candidato a sindaco del centro sinistra a Perugia. A sostenerlo ci sono Pd, Psi, Mdp e Radicali, oltre ad Anima Civica e Civica Popolare. Il giornalista, in un incontro a Ponte Felcino, alla periferia della città, ha ribadito che la sua è una “candidatura civica”.
Parole chiave Ha quindi affermato di voler puntare su tre parole: sicurezza, vivibilità e bellezza per far riacquistare alla città “un ruolo guida e di modello per altre città umbre e non solo”. Un ruolo che, secondo Giubilei Perugia “ha perso sempre di più in questi anni”. “Quasi tutti i partiti del centrosinistra – ha detto Giubilei – sostengono la mia candidatura ma non sono qui oggi e, facendo un passo indietro, hanno capito l’ impronta civica che voglio dare a questo mio ruolo che sto svolgendo in piena autonomia”. Il giornalista si è poi soffermato sul luogo scelto per la presentazione della candidatura: “Ponte Felcino è simbolico per manifestare l’ attenzione che voglio dedicare ai quartieri e alle periferie”. “In questi giorni ho ascoltato molte persone ed associazioni – ha sottolineato Giubilei – e ora ho deciso di mettermi a disposizione della città per cercare di rappresentarla per i prossimi cinque anni. Percepisco simpatia ed aspettative per questa mia candidatura e cercherò di non deludere”.

 

Sicurezza La sicurezza figura tra i primi tre temi che Giubilei vorrebbe affrontare da sindaco. “I perugini – ha spiegato – hanno bisogno di una citta’ sicura, presupposto fondamentale per la convivenza serena e lo sviluppo di una comunita’ “. Su questo, “non ho paura di usare l’ espressione tolleranza zero – ha sottolineato – serve massima severita’ con chi delinque e si deve evitare che chi spaccia dopo due giorni sia di nuovo in strada”. Ma tra gli obiettivi, per il giornalista, c’ e’ anche quello di restituire ai suoi concittadini “una citta’ vivibile, sotto gli aspetti della viabilita’ , dei servizi, della qualita’ ambientale, del riutilizzo funzionale delle aree dismesse”. E infine, “una citta’ che torni ad esprimere al meglio la propria bellezza, per essere nuovamente il luogo di arte e cultura che e’ stata negli anni”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere