CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Perugia, genitori ‘angeli della rete’ contro il cyber bullismo

Perugia Cronaca e Attualità

Perugia, genitori ‘angeli della rete’ contro il cyber bullismo

Redazione
Condividi

PERUGIA – Il Kiwanis club “Perugia etrusca” presenta “Genitori digitali – Angeli che controllano la rete”, un seminario su bullismo e cyber bullismo organizzato in collaborazione con l’Itet “Aldo Capitini”. L’incontro si svolge presso l’aula magna dell’istituto domani alle 17.30.

Il bullismo è una forma di comportamento violento, attuato tramite l’impiego di falsi metodi di opposizione e intimidazione nei confronti di sé stessi o nei confronti dei pari. I primi studi sul bullismo si svolsero nei paesi scandinavi, a partire dall’inizio degli anni settanta, e, poco dopo, anche nei paesi anglosassoni, in particolare Gran Bretagna e Australia a seguito di una forte reazione dell’opinione pubblica norvegese dopo il suicidio di due studenti non più in grado di tollerare ripetute offese inflitte da alcuni loro compagni. Il bullismo tra giovani avviene, per esempio, durante la pausa di ricreazione. Fin qui nulla di nuovo. Ma sempre più spesso i soprusi succedono anche nello spazio virtuale dei media digitali usati per diffondere, tramite Internet o cellulare, messaggi, immagini o filmati spregevoli e diffamatori. Il cyberbullismo è un fenomeno molto grave perché in pochissimo tempo le vittime possono vedere la propria reputazione danneggiata in una comunità molto ampia, anche perché i contenuti, una volta pubblicati, possono riapparire a più riprese in luoghi diversi. Spesso i genitori e gli insegnanti ne rimangono a lungo all’oscuro, perché non hanno accesso alla comunicazione in rete degli adolescenti.

Interventi Gli interventi della giornata saranno introdotti dal Cerimoniere Giuseppe Affronti, seguiranno i saluti istituzionali di Silvio Impronta, dirigente scolastico, Damiano Duranti, luogotenente governatore Divisione 9 Umbro Sabina. I relatori sono Sergio Cutrona, presidente tribunale minori di Perugia, l’assessore comunale Edi Cicchi, il tenente colonnello Roberto Ripollino Comandante Reparto Comando Legione Carabinieri Umbria, Paolo Catanzaro, psichiatra responsabile legale Scuola di psicoterapia psicoanalitica esistenziale “G. Benedetti” di Perugia.

Il Kiwanis International, fondato il 21 gennaio 1915 a Detroit, Stati Uniti, è la federazione internazionale di circa 10.000 club di servizio, i cui soci operano per edificare una migliore società intraprendendo le opportune azioni sociali e culturali e, in pari tempo, perseguendo l’amicizia tra le persone. Il termine Kiwanis deriva dall’espressione degli Indiani d’America “Nun-Kee-Wan-Nis”, che significa “conoscersi meglio e lavorare insieme”, “we build” cioè “noi costruiamo”; è il motto adottato dal Kiwanis, al quale si è di recente aggiunto quello di “Serving the children of the world”.

Obiettivi Le seguenti finalità elaborate nel 1924, costituiscono la base di tutta l’organizzazione: Affermare la supremazia dei valori umani e spirituali su quelli materiali; incoraggiare, in tutte le relazioni umane, l’applicazione quotidiana della regola d’oro “fai agli altri ciò che desidereresti gli altri facessero a te”; promuovere l’adozione degli obiettivi e l’uso dei mezzi più adatti per raggiungere un più alto livello nella vita sociale e professionale; sviluppare, attraverso la norma e l’esempio, in maniera riflessiva, attiva ed efficace, la collaborazione disinteressata con il prossimo; provvedere, attraverso i club Kiwaniani, al rafforzamento delle amicizie, a rendere servizi nell’interesse comune ed a formare una comunità migliore; collaborare per suscitare e mantenere nella società quelle concezioni e quei nobili ideali che rendano possibile l’incremento dei principi di onestà, di giustizia, di patriottismo e di buona volontà.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere