CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Perugia, evadono l’Iva sulle auto importate con immatricolazioni-frode

Perugia Cronaca e Attualità

Perugia, evadono l’Iva sulle auto importate con immatricolazioni-frode

Redazione
Condividi

PERUGIA – Rivendere le auto provenienti dalla Germania sottoprezzo, grazie all’evasione dell’Iva. L’agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Perugia ha smontato un giro che aveva portato ad una frode Iva di ben sedici milioni di euro. Tutto inizia quando nel mirino degli investigatori entrano tre società umbre: dai primi accertamenti si scopre che queste si servono di altre tre società – con sedi a Roma e a Viterbo ma di fatto inesistenti – e di una ditta individuale con sede in Umbria.

Il meccanismo. Al momento della immatricolazione venivano presentati documenti falsi, secondo i quali  i clienti avevano acquistato la macchina in un autosalone tedesco e che, pertanto, l’Iva era stata già pagata nel paese comunitario. La frode è stata scoperta grazie all’aiuto delle autorità doganali tedesche e nel complesso gli investigatori ritengono che oltre 200 auto siano state immatricolate con questo meccanismo. La falsificazione dei documenti è stata provata proprio incrociando i documenti tedeschi con quelli acquisiti nelle diverse motorizzazioni dove le macchine erano state nazionalizzate. L’indagine, spiega l’Agenzia, si inserisce in un più ampio programma di contrasto alle frodi nel settore del commercio degli autoveicoli che riguarda l’intero territorio umbro.

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere